Cerca

Scienza e SaluteScienza e Salute

Commenti: Vai ai commenti

New York e New Jersey hanno le più alte percentuali di Omicron negli USA

Secondo i CDC nei due stati aumentano i ricoveri. Sono + del 58% i tamponi positivi a Manhattan dopo il Rigraziamento. La governatrice Hochul: "È allarmante"

Un furgoncino in città adibito ai tamponi.

“È un salto allarmante,” ha dichiarato la Governatrice Hochul, commentando l’incremento dei casi di COVID newyorkesi. 

Ha infatti seguito le celebrazioni del Thanksgiving un aumento delle ospedalizzazioni del 70%, favorito da un’ondata di freddo e dai pranzi in famiglia. La tendenza non ha solo coinvolto la percentuale di malati richiedenti assistenza medica, ma anche quella dei tamponi positivi (+58%).

A detta dei CDC, gli stati di New York e New Jersey sono così diventati quelli con la maggiore quantità di casi ricollegabili alla variante Omicron, rilevata per la prima volta meno di un mese fa e già diffusa in tutto il mondo. Se nel resto del paese, infatti, il 3% dei tamponi positivi contiene tracce di Omicron, nei due stati nord-orientali la percentuale è del 13%.

 La governatrice si era preparata a questa evenienza, con un ordine esecutivo firmato nel mese di novembre e volto a liberare più letti possibili negli ospedali per i malati di Covid. Ad oggi, il 19% di questi rimane disponibile. 

Hochul ha anche firmato un nuovo mandato, che a partire da lunedì obbliga tutti i cittadini di New York ad utilizzare le mascherine all’interno. Oltre a ristoranti e teatri, la nuova legge include negozi di ogni tipo ed uffici. La multa, per le compagnie che violano il nuovo mandato in vigore fino al 15 gennaio, è di $1000. 

“Le nuove misure stanno funzionando – iniziano ad avere effetto,” ha detto Hochul durante una conferenza a Manhattan. “Stiamo lavorando costantemente per dare sollievo agli ospedali e liberare ancora più letti.

Gli alti tassi di contagi, intanto, hanno coinvolto anche le università, con il ritorno degli studenti da una settimana di vacanza in famiglia. La famosa Cornell University, nella città di Ithaca a New York, ha deciso di chiudere ed interrompere le attività “on campus”, dopo aver visto oltre 900 casi. Molti di questi erano dovuti alla variante Omicron, che ha colpito principalmente studenti completamente vaccinati.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter