Cerca

Scienza e SaluteScienza e Salute

Commenti: Vai ai commenti

New York, la variante Omicron guasta le feste a bambini e adolescenti

Quadruplicati i ricoveri pediatrici. Le vacanze non aiuteranno ad allentare la morsa del virus e si prevede un gennaio preoccupante

A New York, due bambini indossano la mascherina (Foto di Terry W. Sanders)

Omicron, l’ultima variante del coronavirus spaventa bambini e adolescenti di New York. Nella settimana di Natale, i dati del dipartimento della salute sono allarmanti. I ricoveri pediatrici sono quadruplicati e, ogni giorno, una media di 73 giovanissimi, trascorre la giornata in ospedale. Solo il 23 dicembre, sono stati 115.

La fascia d’età più colpita è quella compresa tra 5 e 11 anni perché la stragrande maggioranza di questi non è vaccinata. Sono troppo piccoli per ricevere il siero, fa sapere il dipartimento della salute, e soltanto il 15% dei più piccoli è sotto la copertura del farmaco anti-Covid. A rischio ci sono anche gli adolescenti tra 12 e 17 anni perché il 71% ha completato il ciclo di vaccinazione.

A New York, i casi di Covid-19 sono aumentati per tutte le fasce d’età questo mese. Colpa della nuova variante Omicron altamente trasmissibile. Il 23 dicembre, più di 27.000 newyorkesi sono risultati positivi al virus: il numero più alto di casi segnalati in un solo giorno dall’inizio della pandemia.

Per le strade di Manhattan è tornato il panico e dozzine di scuole hanno chiuso o parzialmente chiuso centinaia di aule nelle settimane che hanno preceduto le vacanze. Le feste, però, non aiuteranno ad allentare la morsa del virus e si prevede un gennaio preoccupante.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter