Cerca

SportSport

Commenti: Vai ai commenti

Gran Premio d’Agnano: Napoli regina del trotto

70 candeline per uno dei gran premi più prestigiosi al mondo, che dal 1947 affascina gli appassionati di picca da tutto il mondo

Napoli regina del trotto al Gran Premio d’Agnano che si riconferma tra gli appuntamenti più prestigiosi dell’ippica internazionale. 70 candeline per uno dei gran premi più prestigiosi al mondo, che dal 1947 affascina gli appassionati di picca da tutto il mondo. Il Gran Premio Lotteria di Agnano è tra le quattro lotterie storiche italiane e presenta ogni anno a maggio, i più grandi talenti dell’ippica italiana e straniera. La corsa quest’anno, è stata intitolata alla memoria di Gianni Castelluccio, gentleman, giornalista ed autore di tante pubblicazioni sulla storia di Agnano. Nella giornata festiva del 1 maggio è tornata a Napoli il Lotteria, quest’anno giunto all’edizione numero 70, ancora una volta trofeo Graded. Il gran premio ippico di Agnano, in tre batterie, finale e consolazione (gruppo 1, € 765.900, metri 1600), resta l’unica corsa internazionale che si disputa in Italia, inserita nelle 4 prove del Grande Slam Master del trotto europeo (UET 2019), insieme al Prix d’Amérique di Parigi, all’Elitlopp di Stoccolma e all’Oslo Gran Prix. Il Gran Premio per due anni ha fatto un gemellaggio italia Stati Uniti con l’ippodromo della Florida.

Sono state molte le vittore degli americani ad Agnano. Indimenticabile però il grande Varenne che è stato paragonato al Maradona dell’Ippica tanto che l’anno scorso i suoi 8 figli hanno gareggiato a Napoli. Cavalli a parte, la vera étoile di questo gran premio è il driver francese Jean Michel Bazire, di per sé una leggenda dell’ippica mondiale che, a Napoli, ha ricevuto uno speciale premio alla carriera conferitogli dall’Amministrazione Comunale in occasione della sua straordinaria partecipazione al Lotteria, visto che non varcava i confini francesi da anni.  Solidarietà con la finalità benefica collegata al gran premio in favore della LILT  a sostegno dei tanti progetti della Lega Italiana Lotta Tumori – Sezione Napoli.  Non potevano mancare i “cappelli” che le signore hanno indossato all’evento ed ecco il famoso e rituale “hats please”, che ha premiato i cappelli più glamour fotografati sul red carpet del gran premio.  Record di scommesse con 312.500 euro di cui 194.000 a quota fissa e 15mila presenze in tribuna con la vittoria in Finale del 70esimo Lotteria Graded della leggenda mondiale del trotto, il driver francese Jean-Michel Bazire in sediolo a Bel Avis (1.11.3), portacolori della scuderia New Blue di Guy Wildenstein. Il driver francese, Jean-Michel Bazire , che ha commentato così dopo la corsa “Sono venuto a Napoli perché amo questa corsa e avevo il cavallo giusto per vincere – ha detto in premiazione Bazire. “Sono stato onorato di ricevere un premio speciale da parte degli organizzatori, è magnifico perché i dirigenti di Agnano amano le corse e per me è molto importante. Ho ritrovato la pista di dieci anni fa quando vinsi con Exploit Caf e Gambling Bi, la corda sinistra piccola, ma buona e in ottime condizioni, e soprattutto l’emozione, grazie al pubblico appassionato di Napoli con cui ho comunicato nel momento dell’arrivo. Questa è la mia vita”. Secondo lo svedese Disco Volante, terza Ursa Caf. Solo ultimo il favorito Vitruvio, danneggiato in partenza dalla bucatura di una ruota.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter