Cerca

SportSport

Commenti: Vai ai commenti

Tom Brandy vince il suo settimo Super Bowl: Buccaneers battono Chiefs 31-9

Dopo 20 anni con i New England Patriots, Brady trionfa anche co i Tampa Bay Buccaneers. Emozioni con Amanda Gorman e The Weeknd nell'Halftime show

Tom Brady solleva la coppa del Super Bowl, che rappresenta la sua settima vittoria. (Foto: Youtube)

Tom Brady ha vinto il suo settimo Super Bowl, spingendo la sua nuova squadra, i Tampa Bay Buccaneers, a sconfiggere il campione in carica Kansas City Chiefs per 31-9. In una partita con lo stadio mezzo vuoto, a causa dell’epidemia di coronavirus, Brady, 43 anni, ha battuto la sua controparte molto più giovane, il quarterback Patrick Mahomes, consegnando il titolo ai Buccaneers, che hanno firmato un contratto biennale con Brady dopo che il campione  ha lasciato i New England Patriots in cui aveva giocato per vent’anni.

Il titolo è stato il secondo nella storia di Tampa Bay, con Brady e il suo attacco che hanno segnato sempre 30, o più punti in tutte e quattro le partite dei playoff. I Buccaneers, la prima squadra a giocare un Super Bowl nello “stadio di casa”, hanno trionfato anche grazie ad altri due nuovi rinforzi ​​nella squadra. Il tight end Rob Gronkowski, che ha seguito Brady, lasciando i Patriots per seguirlo a Tampa, e autore due touchdown; e Leonard Fournette che ha registrato oltre 89 yard. Fournette, proveniente dai Jacksonville Jaguars, ha segnato quattro touchdown nei playoff.

I Kansas City Chiefs, che volevano diventare la prima squadra a vincere il Super Bowl per due anni consecutivi da quando i Patriots lo fecero nel 2003 e nel 2004, non sono proprio mai riusciti a far decollare le loro mosse offensive. I Buccaneers hanno marcato Tyreek Hill, il ricevitore di punta dei Chiefs, senza sosta, e Mahomes, 25 anni, ha giocato con un dito infortunato e senza due contrasti offensivi iniziali. È stato costretto a “rincorrere” tutta la sera, e aveva poche speranze di vittoria. 

Tom Brady, pilastro dei Tampa Bay Buccaneers (Wikipedia/All-Pro Reels Photography)

La sconfitta “a due cifre” è stata la prima per la breve, ma brillante, carriera di Mahomes. Ha concluso la partita 26 per 49 passaggi e 270 yard con due intercettazioni. Molti dei suoi passaggi sono stati fatti cadere – i ricevitori non hanno trattenuto la palla- , o hanno colpito i suoi compagni in viso, sull’elmo di protezione. Brady, invece, che ha portato i Buccaneers alle vittorie di Washington, New Orleans e Green Bay durante i playoff, è stato spietatamente efficiente. Ha completato 21 dei 29 passaggi per 201 yard e tre touchdown. Gronkowski ha preso sei passaggi per 67 yard. 

Oltre ad estendere il suo record di titoli di Super Bowl vinti, ottenendo il suo settimo anello, Tom Brady è stato anche nominato MVP del Super Bowl per la quinta volta consecutiva, un record. Quando Jim Nantz della CBS gli ha chiesto di paragonare la sua più recente vittoria con i suoi precedenti titoli del Super Bowl, Brady ha esitato. Ma con i suoi tre figli al suo fianco, ha lasciato intendere che era pronto a inseguire un ottavo campionato la prossima stagione. “Sì,” ha detto Brady sul ritorno, “ritorneremo.”

Ad intrattenere il pubblico allo stadio e i milioni di spettatori in tv c’è stato anche il rinomato Half-Time show, che quest’anno aveva come cantante The Weeknd, il cui vero nome è Abel Tesfaye. Abel è un cantante noto per le sue hits R&B, e da anni ormai è sempre al top delle classifiche. In uno spettacolo che è iniziato sugli spalti,  entrando poi nello stadio ed è terminato sul campo, The Weeknd ha cantano un medley delle sue hits più note, caratterizzato da note acute, per cui è famoso.

Negli ultimi mesi, The Weeknd ha giocato molto con il suo look, iniziando a farsi vedere in pubblico coperto da tagli e sangue, o da bende che gli fasciavano l’intero viso, per culminare a Gennaio 2021, quando ha rilasciato un video in cui il suo viso è completamente trasfigurato da un eccesso di chirurgia plastica. Per il Super Bowl, però, il cantante ha lasciato il suo viso così com’è, optando invece per l’opzione di essere circondato da ballerini con il viso interamente fasciato.

Il range delle canzoni incluse dal cantante ha variato da alcune delle canzoni più note dei suoi primi anni, come “I Can’t Feel My Face” ed “Earned It”, fino a culminare con “Blinding Lights”, il suo ultimo successo, che sta spopolando su Tik Tok fra i giovani. Il cantante ha deciso di indossare un completo rosso di Givenchy, optando per un look relativamente sobrio.

Prima dell’inizio della partita, invece, il mondo ha ascoltato una poema scritto da Amanda Gorman, la poetessa 22enne che ha raggiunto fama internazionale dopo aver letto una delle sue creazioni all’inaugurazione di Joe Biden. Gorman è la prima scrittrice nella storia del Super Bowl ad offrire una “performance”, e come parte della cerimonia pre-partita, ha letto una poesia che onora gli eroi della pandemia e discute le perdite subite dal paese, accompagnata da un sottofondo di musica drammatica. Ha fatto riferimento al dolore e alle perdite causati dalla pandemia, leggendo il poema con una cadenza piena di speranza. “Quindi, li onoriamo,” ha detto dei lavoratori in prima linea, “sono loro, ogni giorno, che ci onorano”.

Lo spettacolo ha certamente tirato su il morale del pubblico, facendo salire l’entusiasmo in uno stadio mezzo vuoto, a causa delle misure di sicurezza contro il COVID-19. A rallegrare l’atmosfera sono stati anche i fuochi di artificio, prima e dopo la partita, e ovviamente l’esplosione di confetti alla fine, per festeggiare i campioni. La partita forse non è stata la più spettacolare degli ultimi anni in termini tecnici ma, tutto sommato, considerando che siamo ancora in piena pandemia, la NFL è riuscita ad organizzare un ottimo spettacolo.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter