Cerca

New YorkNew York

Commenti: Vai ai commenti

A Prospect Park arriva il “frico da passeggio”, e Brooklyn sa un po’ di Friuli

Grazie all'azienda Savio verrà allestito nel parco newyorkese un camion speciale, che preparerà il tipico piatto friuliano a base di formaggio e patate

di Francesca Schenetti

Franco Savio

Lo stand del frico targato Savio sarà tra i protagonisti dell'area dedicata allo street food che si trova a Prospect Park da marzo ad autunno: qui, all'interno di un suggestivo mercato, si trovano prelibatezze da tutti gli angoli del mondo, e l'offerta sarà arricchita anche dalla delizia friulana. "Crediamo molto in questa formula e siamo certi che ci darà ottimi riscontri" sottolinea Franco Savio

Immaginatevi la suggestione di un “frico da passeggio” niente meno che nella Grande Mela. Una prospettiva che si sta per tramutare in realtà, grazie all’iniziativa ideata dall’azienda Savio di Bueriis di Magnano in Riviera, in Friuli Venezia Giulia, a Est del Nord Est, in Italia. Da marzo, e fino all’autunno, a New York sarà allestito un camion speciale che preparerà il tipico piatto friulano a base di formaggio e patate, per farlo scoprire e apprezzare ancor di più dagli appassionati di cose buone negli Stati Uniti. Lo stand del frico targato Savio sarà tra i protagonisti dell’area dedicata allo street food che si trova in Prospect Park, zona Williamsburg: qui, all’interno di un suggestivo mercato, si trovano prelibatezze da tutti gli angoli del mondo, e l’offerta sarà quindi arricchita anche dalla delizia friulana.

Prospect Park, a Brooklyn (Foto Davide Mamone)

«Crediamo molto in questa formula e siamo certi che ci darà ottimi riscontri – sottolinea Franco Savio, titolare dell’omonima azienda -, negli Stati Uniti stiamo “seminando” parecchio anche grazie all’impegno di Matteo Rizzo, nostro export manager. Stiamo lavorando fin dallo scorso novembre per l’iniziativa pronta a partire a New York e siamo fieri di portare lo straordinario sapore del frico in una delle città più importanti del mondo». Intenso, nell’ultimo anno, è l’operato di Rizzo per “insegnare” ai ristoratori americani che cos’è il frico, nelle sue declinazioni più svariate e gustose. «Il rapporto con gli Usa è sempre più forte – spiega ancora Franco Savio -, grazie alla promozione svolta nei locali principali di New York, Chicago e California, oltre che nei negozi specializzati nei formaggi. Senza dimenticare la nostra presenza a Eataly». Anche per far conoscere questo piatto della tradizione friulana, Savio continua nell’impegno con il suo “ambasciatore” negli Usa, lo chef Luca Manfè.

E proprio oltreoceano, c’è un altro possibile “testimonial” di rilievo per Savio. «La scorsa estate – conclude il titolare – ho conosciuto l’astronauta catanese Luca Parmitano, che vive a Houston. Gli ho inviato il frico e ha gradito molto, tanto che starebbe addirittura pensando di portarlo in orbita in uno dei suoi prossimi impegni. La variante croccante, per le sue caratteristiche, si presterebbe molto per un possibile utilizzo di questo tipo». Il frico Savio, insomma, è pronto a conquistare lo spazio.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter