Cerca

New YorkNew York

Commenti: Vai ai commenti

A New York la moschea a Sunset Park cucina i pasti ai senzatetto

Durante tutto il mese sacro, oltre 150 pasti caldi sono stati distribuiti ad Herald Square, Manhattan dal banco alimentare Muslims Giving Back

Un senza tetto a SoHO, Manhattan, novembre 2020. (Foto di Terry W. Sanders)

I senzatetto di New York City sono aumentati in numero dall’inizio della pandemia, e moltissimi fanno fatica a trovare un pasto caldo. Qualcuno è arrivato per fornire aiuto, dando da mangiare ai più bisognosi. Ma non è la città. La moschea a Sunset Park cucina i pasti ai senzatetto. Un’iniziativa di Muslims Giving Back [MGB], un banco alimentare gestito da volontari e un ente di beneficenza, che si occupa di senzatetto, immigrati e newyorkesi a basso reddito.

“Siamo qui per affrontare l’insicurezza alimentare”, ha detto Mohammed Widdi, un 32enne palestinese americano di Brooklyn e coordinatore dell’MGB, come riporta Gothamist. “E crediamo fermamente nel potere delle azioni, e puntiamo ad aggiungere valore alla vita delle persone.”

Solitamente i pasti omaggio venivano offerti alle 23:00 ad Herald Square ogni venerdì e sabato. Ma negli ultimi anni i volontari hanno intensificato i loro sforzi durante il mese sacro del Ramadan, trasformando l’iniziativa in una attività quotidiana, che dovrebbe concludersi giovedì sera con la celebrazione di Eid al Fitr, il “Festival of Breaking the Fast”.

Soho, Manhattan, New York, giugno 2020 (Foto di Terry W. Sanders)

Così ogni notte durante il Ramadan, il mese di preghiera, digiuno e riflessione, il camion di cibo carico di pasti halal ha attraversato il ponte di Brooklyn fino al centro di Manhattan, con il logo “Muslims Giving Back” orgogliosamente blasonato sul lato. In attesa ogni sera vi erano non solo le centinaia di persone in cerca di un po’ di gentilezza e di un pasto caldo, ma diverse dozzine di volontari associati all’organizzazione che hanno allestito tavoli, distribuito tè e cioccolata calda, e organizzato le persone in file ordinate.

Infine, oltre ai pasti, l’organizzazione offre anche kit per l’igiene, tagli di capelli, vestiti, scarpe e altri servizi a chiunque ne abbia bisogno. In un momento difficile come quello del COVID-19, anche un piccolo gesto significa tanto, specialmente durante un periodo così fondamentale per la comunità islamica, che si fa onore con quest’iniziativa.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter