Cerca

New YorkNew York

Commenti: Vai ai commenti

Accuse molestie sul lavoro: Batali e Bastianich pagheranno $600.000 alle vittime

Oltre 20 le vittime di molestie e discriminazioni in tre ristoranti del B&B Hospitality; soddisfatta per le indagini la Procuratrice Generale Letitia James

Chef Mario Batali fotografato nel 2012 al vertice annuale sul cibo (Foto/Flickr/US Department of Agricolture)

Mario Batali e Joe Bastianich, imprenditori nel campo della ristorazione a New York, sono stati accusati di molestie sessuali, e hanno pattuito un accordo che li obbligherà a pagare $600.000 ad oltre 20 vittime. Un’investigazione ha confermato le accuse che lo chef Batali, il suo ex socio d’affari Bastianich e il loro “B&B Hospitality Group” mantenessero un clima di discriminazione e molestie in almeno tre dei ristoranti che possedevano in comune. Due di questi, Babbo e Lupa, sono ancora aperti e si trovano nel Greenwich Village di New York.

L’investigazione, durata quattro anni, ha avuto inizio dall’accusa, da parte di molte dipendenti, di aver ricevuto avance non richieste, palpeggiamenti inappropriati e commenti sessualmente espliciti da parte di manager e colleghi. Gli abusi però, secondo le accuse, non finivano qui: le vittime, infatti, venivano attaccate con commenti misogini, mentre gli uomini occupati negli stessi ruoli ricevevano favoritismi. I manager criticavano sia l’aspetto fisico che le caratteristiche caratteriali di queste donne, arrivando a chiamarle sensibili davanti ai clienti o a spingerle a rifarsi il seno.

Mario Batali è accusato in prima persona di molti degli episodi di molestie scovati dall’ufficio del procuratore generale, come aver spinto la mano di una cameriera verso i suoi genitali o aver mostrato ad uno degli uomini del personale video pornografici non richiesti.

“La fama non assolve le persone delle proprie responsabilità nel rispettare la legge, le molestie sessuali sono inaccettabili dappertutto, non importa quanto siano potenti gli autori,” ha detto la Procuratrice Generale Letitia James in un comunicato stampa. “Batali e Bastianich hanno permesso l’esistenza di un ambiente di lavoro intollerabile, consentendo comportamenti che sono inappropriati in qualsiasi scenario. Tutti si meritano di lavorare in un ambiente sicuro, e l’accordo di oggi rappresenta un passo in più per porre fine alle molestie sul lavoro.”

Oltre alla somma di denaro che i dirigenti dovranno pagare alle vittime, i due ristoranti coinvolti che sono ancora aperti dovranno creare nuovi mezzi per fare formazione sul tema ai lavoratori, e condividerli con la Procuratrice Generale per i prossimi tre anni.

Sebbene non ci siano commenti recenti sulla vicenda da parte di Batali e Bastianich, il primo aveva discusso brevemente i fatti in questione nel 2017, quando il sito Eater aveva pubblicato le prime accuse di molestie e lo chef era stato licenziato dal programma televisivo “The Chew”. Batali aveva chiesto scusa pubblicamente, confermando che le dichiarazioni delle donne fossero veritiere. Negli anni successivi, l’uomo è stato accusato e processato per altri episodi di violenza sessuale.

Lo scandalo arriva pochi mesi dopo le accuse nei confronti del governatore di New York Andrew Cuomo di aver abusato sessualmente diverse donne, per la maggior parte sue assistenti e collaboratrici.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter