Cerca

New YorkNew York

Commenti: Vai ai commenti

Il ritorno del Mercato Immobiliare di NYC: quali sono i quartieri più costosi?

Firmato il 600% di contratti preliminari in più rispetto allo scorso anno; in Florida intanto Palm Beach rischia di restare senza ville in vendita

Hudson Yards 20, exterior Shopping Mall, New York (Terry W. Sanders)

Colpito duramente dalla pandemia, il mercato immobiliare di New York City ha dato ancora una volta prova della sua resilienza. Più la campagna vaccinale avanza e più la vita torna verso la normalità così come l’appetito di chi è in cerca di un appartamento.

Secondo UrbanDigs tra aprile e giugno è stato firmato il 600% di contratti preliminari in più rispetto allo scorso anno, sicuramente un segno molto importante, anche se va ricordato che al momento la maggior parte dei guadagni anno su anno rappresentano semplicemente un ritorno ai livelli pre-pandemia.

Un recente studio di PropertyShark mostra un incremento molto significativo, sia del numero delle vendite, che del prezzo mediano, rispettivamente +88% e +13% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso e +7% e +13% rispetto a due anni fa. Ed è quest’ultimo dato che ci da un’idea più chiara di quale sia l’attuale momento del mercato, il quale sta, si, salendo di molto rispetto al peggior momento della pandemia, ma è in positivo anche rispetto allo stesso periodo di due anni fa, ossia pre-covid.

Lo stesso approfondimento di PropertShark ci mostra come molte tra le aree più care della città lo stiano diventando ancora di più e ci svela la top 10 dei quartieri più costosi della città con Manhattan presente in 9 posizioni, lasciandone solo una, la nona, a Brooklyn con il quartiere di DUMBO, unico rappresentante di un altro distretto.

Qui sotto la top 10 in ordinata per prezzo mediano di vendita:

  • Hudson Yards — $5,714,000
  • TriBeCa — $3,250,000
  • SoHo — $2,619,000
  • Little Italy — $2,000,000
  • Flatiron District — $1,925,000
  • Hudson Square — $1,848,000
  • West Village — $1,776,000
  • Theatre District – Times Square — $1,731,000
  • DUMBO — $1,490,000
  • Chelsea — $1,480,000

Al top della lista troviamo, con un netto distacco dalla seconda posizione, il quartiere di Hudson Yards, lo stesso quartiere che durante la pandemia ha visto il numero delle vendite calare a tal punto da non avere dati sufficienti per fare un paragone con il secondo trimestre 2020, se comparato con lo stesso periodo del 2019 registra un impressionante rialzo del 48%. L’attività però rimane bassa, date le sole 6 vendite registrate durante il secondo trimestre del 2021, molto lontano dalle 56 dello stesso periodo del 2019, in cui però ci mise lo zampino la frensia pre-mansion-tax.

Qui il link allo studio di Property Shark:

https://www.propertyshark.com/Real-Estate-Reports/priciest-NYC-neighborhoods

(fonti: propertyshark.com, patch.com)

Palm Beach rischia di rimanere senza ville in vendita!

Record per la ricchissima Palm beach, raggiunto sia il prezzo medio più alto e che l’offerta di ville più bassa di sempre.

Il prezzo medio per una casa unifamiliare a Palm Beach ha raggiunto gli 11,7 milioni di dollari nel secondo trimestre 2021, in crescita del 38% rispetto all’anno precedente, registrando così un nuovo record assoluto. Secondo Jonathan Miller, CEO di Miller Samuel “Questo è un reset totale del mercato, stiamo assistendo ad un volume pari a 50 milioni di dollari alla settimana. Si tratta di un enorme cambiamento, che però pare sostenibile”.

I prezzi di Palm Beach sono ora quasi alla pari con quelli di Manhattan, il prezzo per piede quadrato ha superato i $1.500 (circa €16.050 al mq) avvicinandosi molto ai $1.545 (circa €16.530 al mq) del distretto più caro di New York City.

E nonostante i prezzi record gli acquirenti non mancano, il numero delle vendite di case unifamiliari durante il secondo trimestre è balzato del 90% rispetto all’anno passato, periodo in cui Palm Beach e la Florida in generale stavano già approfittando della migrazione legata al Covid, quando persone e società si spostavano in cerca di spazi e sgravi fiscali.

Il risultato di una domanda superiore all’offerta è, in questo caso, una “mansion shortage” ovvero una mancanza di ville, alla fine del secondo trimestre ce ne erano solo 25 in vendita e al momento l’offerta coprirebbe circa un mese di mercato, record negativo assoluto.

A febbraio, Scott Shleifer, un partner di Tiger Global Management, ha acquistato una villa da 122,7 milioni di dollari, segnando il prezzo più alto mai pagato per una proprietà a Palm Beach.

Il costruttore Todd Michael, si è da poco aggiudicato una vicina isola privata per 85 milioni di dollari, lui e i suoi partner, che hanno in programma di rinnovare e rimettere rapidamente in vendita la proprietà, definiscono l’affare “un’opportunità irripetibile”.

(fonte: cnbc.com)

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter