Cerca

New YorkNew York

Commenti: Vai ai commenti

Il picnic, il pasto anti pandemico più amato a New York diventa un nuovo business

Prendere del cibo e gustarlo al parco è uno dei pochi piaceri concessi dalla pandemia. Ecco le tante opzioni che offre la città

Little Island Hill, New York, Estate 2021 (Foto di Terry W. Sanders)

Pronti a volter recuperare il tempo perso, i newyorkesi hanno trovato nel picnic il modo migliore di poter socializzare. Radunare famiglia o amici per un pasto sul prato, in una giornata di sole, racconta bene l’allegria di un tempo di festa. E sono tantissimi i parchi di New York che permettono di mangiare del buon cibo d’asporto all’aria fresca.

I parchi di New York sono i luoghi preferiti per i picnic e tante sono le aziende che li organizzano. (Credit Pic: Wikimedia)

Nel Bronx, da Lloyd’s Carrot Cake si possono acquistare deliziosi cupcakes alla carota, per 2,75$, facilmente trasportabili in un sacchetto, fino alla parte opposta della strada per raggiungere Van Cortlandt Park. Un pochino più a sud, a Washington Heights, Cachapas y Mas, offre street food venezuelano a pochi passi da Fort Tryon Park, ma percorrendo qualche chilometro in più si può raggiungere Little Red Lighthouse a Fort Washington. A Chelsea, Miznon, serve fantastiche verdure e panini con pita, a pochi passi dalla High Line. Chelsea Market è una garanzia per il palato e da Amy’s Bread si può ordinare a portar via il miglior Sticky Bun di New York (dolce per la prima colazione realizzato con pasta di pane arricchita con pinoli, cannella e miele). Anche il ponte di Brooklyn si presta a dei pasti veloci, soprattutto al tramonto quando è meno affollato e offre una vista incantevole. I Ravioli o i panini di sesamo di Vanessa’s Dumplings, in Eldridge Street a Chinatown, sono l’ideale per questo tipo di esperienza. Per chi desidera godersi Marsha P. Johnson State Park, a Williamsburg, è perfetto acquistare un tacos ripieno di carne marinata al camion di Birria-Landia, all’angolo tra Metropolitan e Meeker Avenue (gli orari sono dalle 17:00 all’1:00 nei giorni feriali e dalle 14:00 a mezzanotte nei fine settimana). 

Brooklyn Bridge Park, New York, 2021 (Foto di Terry W. Sanders)

Prima di crogiolarsi al sole di Domino Park è invece d’obbligo ordinare a pochi isolati di distanza, una delle amate pizze da Roberta’s a Bushwick. Una combinazione snack e parco più impegnativa, ma altrettanto amata dai newyorkesi è acquistare una delle minuscole torte fredde ricoperte di cioccolato bianco di Steve’s Authentic Key Lime Pie a Red Book, e gustarsela a Louis Valentino Jr. Park and Pier. La fermata della metropolitana più vicina è la F e la G in Smith-9th Street. In queste calde giornate estive, meta preferita dalle famiglie è invece passeggiare per il Brooklyn Bridge Park a Dumbo e fermarsi da Ample Hills Creamery ,nella vecchia Fulton Ferry Fireboat House. Il parco organizza molte attività, tra cui corsi di ginnastica e serate di cinema sotto le stelle (il calendario). A Staten Island, è possibile gustare piatti classici dello Sri Lanka, da Sagara, a pochi passi dal traghetto e per un picnic sulla spiaggia il Bar Marseille, arroccato vicino a Rockaway Beach, nel Queens, serve pesce da gustare seduti sulla sabbia.

Godersi il tramonto a Domino Park. (Credit Pic: Official Face. Domino Park)

Quella del picnic è diventata una pratica particolarmente diffusa tanto che sono nate molte aziende che offrono servizi personalizzati per feste di compleanno o per una semplice cena a tema tra amici. Tra le richieste private più gettonate sembra esserci il desiderio di voler riprodurre, “Colazione sull’erba” di Monet (1863) e quella di voler partecipare ai “Social Distance Picnic party”. Ma non mancano esperienze più costose come “The Gold Picnic” ($ 375) e “Hamptons Helicopter Ride Beach Picnic” ($ 8.300), organizzate da Wendy Weston, proprietaria dell’azienda Perfect Picnic.

High Line Terrace (Foto di Terry W. Sanders)

Inoltre molti ristoranti della città si sono organizzati per la vendita di cestini contenenti menù appositamente cucinati per essere consumati all’aperto e includono anche servizi aggiuntivi come la vendita di plaid colorati o set di piatti e posate. Tra i più popolari, citati dal New York Times, c’è Kokomo, Brooklyn, ristorante sul lungomare di Williamsburg  che prepara cestini con cibo caraibico da portar via (i prezzi partono da 45 $) e Olmsted, dove nel weekend è possibile acquistare sacchetti con pollo fritto e dessert.

Insomma, i picnic che hanno affollato i giardini, quadri e romanzi, non sembrano più essere solo il ricordo nostalgico di quei pomeriggi di primavera visti nei film, ma una vera e propria risposta newyorkese anti pandemica. 

 

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter