Cerca

New YorkNew York

Commenti: Vai ai commenti

New York, 550 persone bloccate nei tunnel della metropolitana al caldo e al buio

La Governatrice Kathy Hochul critica l'MTA per la sua inefficienza e dà il via ad un'investigazione. 80 treni intrappolati e passeggeri evacuati solo dopo ore

La New York Subway al tempo della pandemia (Foto di Terry W/ Sanders)

80 treni circa e 550 passeggeri intrappolati per diverse ore sotto terra. E’ successo domenica notte nella metropolitana di New York a causa di un’interruzione di corrente.

Erano le 8 di sera quando è avvenuto lo sbalzo di tensione. Immediatamente, si sono attivati i generatori di scorta, ma questi hanno continuato a funzionare solo fino alle 21.10, quando si sono spenti misteriosamente, fermando così tutti i treni numerati (1, 2, 3, 4, 5, 6, 7) e la linea L. Ore dopo, un portavoce dell’MTA, l’Autorità dei Trasporti Metropolitana, ha dichiarato che il problema era stato causato da un guasto temporaneo a Long Island City, nel Queens.

Più di cinquecento newyorkesi come topi in trappola. In particolare, i passeggeri nei tunnel del Bronx, tra la 149a strada e Grand Concourse, si sono ritrovati bloccati sotto terra al caldo e al buio. Solo dopo diverse ore, i pompieri hanno permesso l’evacuazione dei vagoni, ma alcune persone, avevano deciso di abbandonare individualmente i treni già prima dell’arrivo dei soccorsi, avviandosi a piedi. 

La nuova Governatrice di New York Kathy Hochul ha lamentato l’apparente inefficienza dell’MTA. “È una situazione spaventosa –  ha detto, – vogliamo che i newyorkesi non la debbano sperimentare mai più. È stata una situazione senza precedenti”. La governatrice ha poi annunciato un’indagine nei confronti dell’MTA. 

I treni sono ripartiti solo verso la mezzanotte, seppur con ritmi rallentati e grandi ritardi, ma per fortuna, lunedì mattina, i cittadini di New York non hanno avuto problemi nel recarsi al lavoro con la metropolitana.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter