Cerca

New YorkNew York

Commenti: Vai ai commenti

L’ultimatum ai lavoratori di New York: vaccinati o a casa senza stipendio

Bill de Blasio è deciso: dal 29 ottobre tutti lavoratori dovranno ricevere almeno una dose del vaccino anti Covid-19 e i tamponi non più a carico dello stato

Il sindaco Bill de Blasio (di Gage Skidmore, commons.wikimedia).

Buon sangue non mente. Sono solide le radici italiane del sindaco di New York, Bill de Blasio che ha deciso di prendere spunto dalla “madrepatria” e applicare la regola della vaccination proof a tutti i dipendenti degli uffici pubblici. Non solo, anche il costo dei tamponi per i no-vax, non saranno più a carico dello stato. Ma a differenza dell’Italia, coloro che decideranno di ricevere il siero verranno premiati con ben 500 dollari da aggiungere allo stipendio.

Entro e non oltre il 29 ottobre, tutti lavoratori dovranno ricevere almeno una dose del vaccino anti Covid-19. Pena, il congedo non retribuito fino a quando non mostreranno la prova dell’inoculazione al proprio supervisore.

Il privilegio più grande per servire New York City, è agire con responsabilità per mantenere te stesso e la comunità al sicuro” ha affermato orgoglioso e deciso de Blasio.

L’ordine sarà firmato dal commissario per la salute dello stato, il dottor Dave Chokshi, e si applicherà a circa 160.500 lavoratori della città. Esclusi solo gli insegnanti e gli operatori sanitari, che sono già stati sottoposti all’obbligo vaccinale.

 

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter