Cerca

New YorkNew York

Commenti: Vai ai commenti

Dopo il via del CDC, mille scuole a New York diventano siti vaccinali per i più piccoli

Secondo Eric Adams si potrà pensare di rimuovere le mascherine, ma de Blasio spinge per le precauzioni. Intanto Biden chiede a tutti gli stati di fare lo stesso

Uno degli atleti di Statten Island riceve il vaccino di fronte al sindaco de Blasio. (Foto/@NYCMayor)

A pochi giorni dal via libera del CDC ai vaccini per bambini americani tra i cinque e gli undici anni, a New York è iniziato uno sforzo massiccio per diffondere le inoculazioni in questa nuova fascia d’età. A partire da oggi, e fino al prossimo lunedì, più di  mille istituti scolastici nei cinque distretti della città ospiteranno i siti vaccinali, per permettere ai bambini accompagnati da un adulto di ricevere il vaccino contro il covid-19. Le famiglie possono firmare una delega, il modo che gli studenti possano ricevere la vaccinazione durante l’orario scolastico, con la supervisione degli insegnanti.

L’iniziativa del sistema scolastico newyorkese è una ripetizione di quella messa in atto mesi fa per i ragazzi tra i diciassette e gli undici anni, che ha consentito a questa fascia di raggiungere una percentuale di vaccinazione parziale del 78%. Inoltre, da quando i vaccini sono diventati disponibili per i più piccoli, già 16.723 bambini newyorkesi (tra i 5 e gli 11 anni) sono stati vaccinati. 

“Vogliamo dire ai genitori, ‘vi aiuteremo a farlo’,” ha detto il sindaco de Blasio durante la sua conferenza del lunedì mattina. “Quindi daremo a tutti i dipendenti pubblici quattro ore extra di malattia, in modo che possano usarle per far vaccinare i propri figli.”

 Proprio in queste ore, il Presidente Biden sta inviando lettere a presidi e dirigenti scolastici in tutti e cinquanta gli stati, chiedendo loro di agevolare le vaccinazioni organizzando siti vaccinali nelle scuole stesse. È chiaro, quindi, che New York sia avanti rispetto al resto del paese. 

Il futuro sindaco Eric Adams ha commentato l’iniziativa della città durante il fine settimana, auspicando che la diffusione delle vaccinazioni anche tra i più piccoli possa permettere la rimozione dell’obbligo di mascherine nelle classi prima della fine dell’anno scolastico. 

“Credo sia fondamentale, se riusciamo a farlo in modo sicuro,” ha detto Adams. “Lo faremo seguendo la scienza, il che per me è cruciale. Vogliamo seguire la scienza, ma spero si possa fare. Credo che una parte molto importante dello sviluppo e della socializzazione di un bambino sia quel sorriso.” 

De Blasio non supporta l’idea del nuovo sindaco, credendo che ormai adulti e bambini si siano abituati ad utilizzare le mascherine, e che queste rappresentino una precauzione in più. 

“Vorrei sottolineare che le nostre precauzioni hanno funzionato,” ha detto Dave Chokshi, il commissario per la salute di de Blasio. “Siamo riusciti a mantenere sicure le scuole con un approccio volto alla prevenzione, di cui ci avete sentito parlare molte volte ormai. Non consiste solo nell’uso di mascherine ma, il che è molto importante, anche nelle vaccinazioni, nei test, nel distanziamento e nella ventilazione.”

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter