Cerca

New YorkNew York

Commenti: Vai ai commenti

New York dice addio al trancio di pizza a 1$: l’inflazione ha colpito anche gli alimenti

A causa dell'aumento dei prezzi delle materie prime, ora il costo è di almeno 1 dollaro e 50 centesimi, favorendo la concorrenza delle catene di fast food

Andrew Yang in the video that announces his candidacy for mayor of New York City, as he eats a typical NY pizza slice

New York dice addio a uno degli elementi più emblematici che la uniscono alla cultura italiana: il trancio di pizza a un dollaro.

L’offerta, che faceva la gioia di visitatori e residenti a qualsiasi ora del giorno e della notte, non è infatti più sostenibile per i rivenditori a causa dell’aumento dei prezzi in generale, che non ha risparmiato il settore alimentare. Il prezzo attuale è di almeno un dollaro e 50 centesimi.

“L’inflazione – ha spiegato Oren Halali, co-fondatore di 2 Bros Pizza – interessa ogni singolo ingrediente, ogni cosa che usiamo. La farina, il formaggio, i pomodori, guanti, carta, piatti, tovaglioli. Qualsiasi cosa”. Secondo un’indagine Pizza Industry Council della National Restaurant Association, il 97% dei ristoranti o chioschi cosiddetti ‘casual’ è stato danneggiato dalla scarsità di cibo e bevande nonché dai ritardi nella catena di approvvigionamento.

Il trancio di pizza a 99 centesimi a New York batteva anche l’hamburger a un dollaro delle catene di fast food. Secondo i (numerosi) consumatori di pizza al taglio della Grande Mela, c’é una grossa differenza rispetto alla polpettina di carne tritata: è difficile avere grandi pretese quando si acquista un hamburger a un dollaro, mentre la pizza è sempre buona.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter