Cerca

New YorkNew York

Commenti: Vai ai commenti

A New York primi casi di Omicron. Sindaco e governatrice in coro: “Niente panico”

La nuova variante è stata ritrovata in quattro pazienti: uno a Brooklyn, due nel Queens e un altro in un quartiere non identificato. Hanno tutti sintomi lievi

People wait in line for a COVID-19 vaccination appointment in New York - EPA/JUSTIN LANE

A New York è arrivata la variante Omicron. Il sindaco Bill de Blasio e la governatrice Kathy Hochul hanno annunciato giovedì sera che quattro pazienti della città sono stati contagiati.

Un caso a Brooklyn, due nel Queens e il quarto in un quartiere non identificato.

“Non c’è motivo di allarmarsi – ha dichiarato Hochul – vogliamo solo assicurarci che i cittadini siano a conoscenza delle informazioni, quando le riceviamo”. Anche De Blasio ha inviato una nota rassicurante, chiarendo però che i newyorkesi dovranno prendere provvedimenti per fermare la diffusione della variante.

“Dobbiamo presumere – ha fatto sapere il sindaco – che i cinque casi riscontrati indichino una diffusione nella comunità. Probabilmente i positivi alla variante saranno molti di più”. Niente di cui preoccuparsi, insiste anche De Blasio, perchè New York è dotata di strumenti “straordinari” per contenere l’epidemia. Uno su tutti, l’enorme apparato di vaccinazione messo in piedi dalle autorità.

Il Sindaco Bill de Blasio – YouTube

De Blasio e Hochul hanno deciso di presentare un fronte unito, ponendosi in netto contrasto rispetto alla faida tra il sindaco e l’ex governatore Andrew Cuomo, che secondo molti avrebbe rallentato e intralciato la risposta della città durante le prime ondate di Covid-19.

Della variante Omicron si conosce ancora poco, ma su una cosa tutti gli esperti sembrano essere concordi. Nonostante l’elevata trasmissibilità, i soggetti contagiati presentano sintomi lievi.

Anche a New York, conferma la governatrice, il trend sembra essere rispettato. “I pazienti stanno bene e, in ogni caso, sia la situazione che gli strumenti a disposizione sono di gran lunga migliori rispetto al passato. Abbiate fiducia in ciò che siamo in grado di fare, perché in questo momento viviamo in un mondo diverso”.

Kathy Hochul – EPA/Peter Foley

Il primo caso di Omicron negli Stati Uniti è stato confermato mercoledì in California. Ieri, i funzionari hanno dichiarato che il secondo – in Minnesota – è stato trovato in un uomo recentemente presente a una convention di anime al Javits Center di Manhattan.

L’arrivo confermato di Omicron a New York precede di un giorno l’inizio dello stato di emergenza, stabilito per aiutare gli ospedali a far fronte ai numeri in aumento e alla minaccia della nuova variante ancora tutta da scoprire.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter