Cerca

New YorkNew York

Commenti: Vai ai commenti

“Sono stato accoltellato!”: l’ultimo grido di Davide Giri nel video dell’omicidio

Una telecamera di sorveglianza ha registrato l'attacco alle spalle dello studente italiano della Columbia ucciso a New York. Vincent Pinkney è a Riker's Island

Dei fiori dove è stato ucciso Davide Giri (Foto Terry W. Sanders)

“Sono stato accoltellato!” ha gridato invano Davide Giri, prima di collassare al suolo vicino al Morningside Park di Harlem. 

Giri, un dottorando della Columbia University, stava attraversando il parco per tornare a casa dopo essersi allenato con la squadra di calcio locale, la New York International Football League. Sul percorso, però, il trentenne è stato attaccato da Vincent Pinkney, membro della gang Everybody Killa, conosciuta da anni dall’NYPD.

Le ultime parole di Giri, gridate tra le 123esima ed Amsterdam Avenue, sono state riportate dalla polizia della città, che ha dichiarato di aver trovato una telecamera di sorveglianza che mostrava l’omicidio del giovane.

Il video, che non è stato diffuso dalle forze dell’ordine, mostra l’aggressione di Pinkney con un coltello, alla schiena di Giri. Il dottorando, nel video, inizia immediatamente a correre, seppur non per molto prima di accasciarsi al suolo.

Nella stessa sera, quella di giovedì, Pinkney ha provato ad accoltellare a morte anche altri passanti, tra cui l’altro studente italiano Roberto Malaspina ed una coppia che stava portando a passeggio il proprio cane nel vicino Central Park. Malaspina rimane all’ospedale in condizioni critiche, dopo che il coltello di Pinkney ha attraversato i suoi organi interni durante il breve scontro. L’intero episodio di violenza è durato venti minuti circa, ed ha avuto luogo intorno alle 11 di quella sera.

A Pinkney non è stata offerta l’opzione di pagare una cauzione, per via della serietà e della violenza dei crimini da lui commessi. Non è, per altro, la prima volta che Pinkney viene incarcerato per aver attaccato brutalmente qualcuno: già nel 2015, infatti, era risultato colpevole insieme altri due membri della gang per un’aggressione compiuta in Jamaica, Queens, per la quale ha scontato una pena di soli tre anni. 

Vicent Pinkney scortato dai poliziotti ad Harlem (Da youtube)

Oggi, Pinkney viene tenuto alla famigerata prigione newyorkese di Riker’s Island, dove gli è stata assegnata la custodia protettiva e dove verrà sottoposto ad una perizia psichiatrica.

Intanto la Columbia University, frequentata da entrambe le vittime di Pinkney, ha promesso che aumenterà il proprio impegno per proteggere i propri studenti nei pressi del campus.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter