Cerca

New YorkNew York

Commenti: Vai ai commenti

A Staten Island il villaggio natalizio di A Chance in Life distribuisce doni ai bambini

Con il supporto di Ferrari, del traghetto di New York e di Casa Belvedere, il presidente Delmonaco realizza la donazione di 400 cappotti e 90 giocattoli

Babbo natale ed un paio di bambini locali all'evento natalizio di A Chance in Life, nella sede di Staten Island. (Foto/Terry Sanders)

Babbo natale ed un paio di bambini locali all'evento natalizio di A Chance in Life, nella sede di Staten Island. (Foto/Terry Sanders)

L'ingresso del Village di Staten Island, sede newyorkese di A Chance in Life. (Foto/Terry Sanders)

L'ingresso del Village di Staten Island, sede newyorkese di A Chance in Life. (Foto/Terry Sanders)

Il presidente dell'associazione benefica A Chance in Life, Gabriele Delmonaco, accoglie una bambina all'evento di natale. (Foto/Terry Sanders)

Il presidente dell'associazione benefica A Chance in Life, Gabriele Delmonaco, accoglie una bambina all'evento di natale. (Foto/Terry Sanders)

Un uomo travestito da babbo natale batte il cinque ad una delle bambine del villaggio di A Chance in Life a Staten Island. (Foto/Terry Sanders)

Un uomo travestito da babbo natale batte il cinque ad una delle bambine del villaggio di A Chance in Life a Staten Island. (Foto/Terry Sanders)

Gabriele Delmonaco, dell'associazione benefica A Chance in Life, distribuisce cappotti invernali per i bambini di New York. (Foto/Terry Sanders)

Gabriele Delmonaco, dell'associazione benefica A Chance in Life, distribuisce cappotti invernali per i bambini di New York. (Foto/Terry Sanders)

Servizio fotografico di Terry W. Sanders

Nel giorno precedente alla vigilia, volontari e sostenitori dell’associazione benefica A Chance in Life si sono riuniti nella sede di Staten Island per festeggiare il natale, ed un anno passato ad aiutare i bambini del quartiere a crescere.

L’evento di questa settimana, intitolato “A Christmas Village”, voleva celebrare la recente apertura del Villaggio di Staten Island, dando a tutti i cittadini di New York l’opportunità di partecipare alle attività offerte. Insieme ai volontari, infatti, i bambini presenti all’evento potevano scrivere la letterina a Babbo Natale, farsi foto con lui e ricevere dolci e giocattoli da mettere sotto l’albero. 

 I giocattoli, uno per ogni bambino, sono stati raccolti dai tre sponsor dell’evento: la sede del New Jersey di Ferrari, il nuovo traghetto di New York e la Casa Belvedere, centro culturale italiano di Staten Island.

Ferrari, in particolare, ha organizzato un’esposizione di automobili a cui hanno partecipato i loro clienti e sostenitori, che hanno poi donato 200 giocattoli per i bambini di A Chance in Life.

Oltre al denaro ed agli oggetti raccolti, anche molti volontari dell’isola hanno permesso l’organizzazione di “A Christmas Village”, che ha ospitato 120 persone e distribuito 90 giocattoli. Durante l’evento, è continuata la distribuzione di cappotti invernali da parte dell’associazione, che nell’ultimo mese ha protetto oltre 400 persone dal freddo newyorkese. 

 Sebbene A Chance in Life abbia aperto la sua sede a Staten Island solo nel 2020, già da molti decenni collabora con aziende locali per sviluppare la propria missione. Creata dal monsignor John Patrick Carroll-Abbing nel 1946, l’associazione si è impegnata nel corso degli anni per dare mezzi e speranza a bambini e bambine meno fortunati su cinque continenti, creando comunità autonome che si governano autonomamente. 

Ben 40.000 bambini sono stati aiutati dalla charity, anche grazie alle molte donazioni ottenute quest’anno a New York: al gala di settembre e alla cena che, questo mese, ha coinvolto l’industria dei vini e dei liquori.

“State dando a più di 3000 bambini un’opportunità nella vita, A Chance in Life. È proprio vero che ci vuole un villaggio intero,” aveva detto il presidente Gabriele Delmonaco al gala, ringraziando i donatori. “Oggi festeggiamo i bambini che aiutiamo in giro per il mondo”.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter