Cerca

NewsNews

Commenti: Vai ai commenti

Columbus Day, nella proclamazione di Trump toni epici e silenzio sui Nativi

Il testo integrale, tradotto in italiano, della proclamazione del Presidente in occasione del Columbus Day

Donald Trump e la statua di Cristoforo Colombo al Columbus Circle, a New York.

Toni entusiastici e particolarmente celebrativi da parte di Donald Trump per la tradizionale proclamazione presidenziale del Columbus Day, che mettono in luce le conquiste dell'esploratore genovese Cristoforo Colombo. Nessun riferimento invece, - al contrario di quello che fece Obama - all'altra faccia della medaglia di questa storia: le sofferenze patite dai Nativi americani

Nel 1492, Cristoforo Colombo e le sue poderose tre caravelle, la Niña, la Pinta e la Santa Maria, per la prima volta scoprirono l’America. La sua conquista storica ci ha introdotti in una Età della Scoperta che ha ampliato la nostra conoscenza del mondo. Il viaggio audace di Colombo ha segnato l’inizio dei secoli delle esplorazioni transatlantiche, che hanno trasformato l’Emisfero Occidentale. In occasione del Columbus Day, ricordiamo le conquiste  di questo abile esploratore italiano e riconosciamo il suo coraggio, la sua forza di volontà e l’ambizione – tutti valori che apprezziamo come americani.

 
La determinazione e lo spirito di avventura di Colombo ha ispirato generazioni di americani. In occasione del Columbus Day, onoriamo i suoi significativi traguardi come navigatore, e celebriamo il suo viaggio nella distesa sconosciuta dell’Oceano Atlantico. La sua spedizione ha dato origine al primo legame tra l’Europa e le Americhe, e ha cambiato il mondo per sempre. Oggi, in quello spirito, continuiamo a cercare nuovi orizzonti per opportunità più grandi e per nuove scoperte sulla terra, in mare, nello spazio.
 
Sebbene la Spagna abbia sponsorizzato quel viaggio, Colombo fu, in effetti, un orgoglioso cittadino della Città Italiana di Genova. Mentre celebriamo i notevoli passi fatti dalla nostra Nazione da giorno del suo arrivo, riconosciamo gli importanti contributi degli italoamericani alla cultura del nostro Paese, al business e alla vita civica. Siamo anche grandi per le nostre relazioni con l’Italia, grande alleato che condivide il nostro forte, incrollabile impegno alla pace e alla prosperità.

 

Commemorando lo storico viaggio di Cristoforo Colombo, il Congresso, con una risoluzione condivisa del 30 aprile 1934, modificata nel 1968, in base alle modifiche, ha richiesto al Presidente di proclamare il secondo lunedì di ottobre di ogni anno il “Columbus Day”.

 

Ora, dunque, io, Donald Trump, presidente degli Stati Uniti d’America, in virtù dell’autorità conferitami dalla Costituzione e dalle leggi degli Stati Uniti d’America, con la presente proclamo l’8 ottobre 2018 il Columbus Day. Mi appello al popolo degli Stati Uniti perché celebri questa giornata con le celebrazioni e attività appropriate. Chiedo inoltre che la bandiera degli Stati Uniti venga esposta in tutti gli edifici pubblici nel giorno indicato, in onore della nostra ricca storia e di tutto coloro che hanno contribuito a costruire questa nazione.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter