Cerca

NewsNews

Commenti: Vai ai commenti

Emirati Arabi registrano il vaccino cinese Sinopharm antiCovid-19: è efficace all’86%

I risultati potrebbero non essere definitivi, le sperimentazioni di fase 3 sono state avviate in 10 diversi paesi, ma questi dati non sono stati ancora rilasciati

Una bambina di 3 anni riceve un vaccino in un centro sanitario a Pechino - Cina - 26 marzo 2020 (UNICEF / Zhang Yuwei)

Gli Emirati Arabi Uniti hanno dichiarato di aver approvato per uso generale il vaccino cinese  anti-Covid-19, la cui efficacia si è attestata all’86% secondo un’analisi provvisoria dei test di fase 3. Secondo il Ministero della Salute, l’analisi ha mostrato “il 99% del tassi di sieroconversione e il 100% di efficacia nel prevenire casi moderati e gravi di malattia”.

Il vaccino, sviluppato dal Beijing Institute of Biological Product, rappresenta una vittoria politica e scientifica per la Cina, che ha altri tre vaccini candidati in fase avanzata di sperimentazione. Già il mese scorso, il presidente della società ha detto ai media cinesi che quasi un milione di persone hanno ricevuto le dosi.

Anche il Marocco ha riposto speranze nella Cina, ma i dati sull’efficacia complessiva del vaccino degli Emirati Arabi potrebbero non essere definitivi. Poiché all’interno del paese la Cina è riuscita a reprimere Covid-19, le sperimentazioni di fase 3 sono state avviate in luoghi con focolai attivi in 10 diversi paesi, come Bahrain, Giordania, Perù e Argentina, coinvolgendo più di 60.000 volontari, ma i dati non sono ancora stati rilasciati.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter