Cerca

NewsNews

Commenti: Vai ai commenti

New York, arrestato un uomo del Queens per l’assassinio dello Chef di Cipriani

Leslie Lescano avrebbe cospirato con la sua ex-compagna, una prostituta, per drogare l'ex chef Andrea Zamperoni e rapinarlo. Ma la storia è finita in tragedia

Lo Chef prima della morte (YouTube)

L’ex fidanzato di una prostituta del Queens è stato arrestato in relazione alla rapina e alla morte per overdose del capo chef di Cipriani Dolci Andrea Zamperoni, avvenute nel 2019. Leslie Lescano, 44 ​​anni, è stato arrestato lunedì mattina – un anno e mezzo dopo che le autorità hanno detto che ha cospirato con l’ex compagna Angelina Barini per attirare lo chef 33enne al Kamway Lodge, per poi drogare il drink di Zamperoni. 

Lescano ha detto agli agenti agenti della Homeland Security Investigations, come riportato dal New York Post, che Barini tipicamente drogava gli uomini con il “G liquido” – riferendosi alla sostanza GBL – per far perdere i sensi agli uomini in modo da poterli derubare, secondo le fonti e la denuncia penale presentata al tribunale federale di Brooklyn. Ma non è così che sono andate a finire le cose per Zamperoni – dato che i poliziotti hanno trovato il suo cadavere sottosopra in un bidone della spazzatura, nell’angolo di una stanza di uno squallido motel di Elmhurst.

Lescano è accusato di cospirazione per la distribuzione di una sostanza “controllata”, per la quale rischia fino a 20 anni di carcere. Barini, arrestata nel 2019 quando la polizia l’ha scoperta con il corpo di Zamperoni, è stata incriminata anche per la morte per overdose di altri due clienti. Ma non è stata accusata di reati legati a Zamperoni.

Secondo la denuncia, gli eventi che hanno portato alla tragica morte di Zamperoni sono iniziati il 16 agosto 2019, quando Barini ha inviato un messaggio a Lescano su Facebook, dicendo: “Ho una opportunità di business per te …  vado dritta al punto, e sono disposta a pagare per i tuoi servizi … Ci stai?” Lescano, noto anche come Ken Ween, ha risposto: “Sì, mia regina”, affermano i procuratori federali.

Dopo che Lescano ha accettato la proposta della prostituta di 42 anni, ha prenotato una stanza al flophouse, che affitta per soli $67 a notte. Il 18 agosto 2019, Lescano e Barini si sono recati al motel, Barini è uscita, ed è ritornata con Zamperoni alle 4:58 e ha ordinato a Lescano di nascondersi in bagno, secondo i pubblici ministeri.

Quando Lescano è emerso dal bagno, ha detto alle autorità che Zamperoni era svenuto sul pavimento della stanza del motel, e Barini gli ha poi consegnato la carta AmEx dello chef. Nell’ora successiva, Lescano ha fatto una passeggiata in un vicino Rite Aid per acquistare carte regalo e prodotti per l’igiene personale per Barini. La videosorveglianza ha catturato Lescano lasciare un sacchetto di plastica bianca contenente gli acquisti su una panchina fuori dal motel alle 6:32, secondo la denuncia, dopo aver detto a Barini di aver nascosto la carta di credito di Zamperoni nel pacchetto di sigarette. Pochi minuti dopo, Barini viene vista nelle riprese di sorveglianza mentre recupera la busta.

Alle 13:30, Barini è stata presumibilmente catturata da un video di sorveglianza mentre usciva dal motel e afferrava un bidone della spazzatura da un vicolo,  prima di trascinarlo nella sua stanza. All’inizio del giorno successivo, in preda al panico, la prostituta ha messaggiato febbrilmente gli amici su Facebook chiedendo di prendere in prestito un camion, o truck. 

Dopo che la scomparsa di Zamperoni è stata denunciata, gli agenti di polizia di New York lo hanno rintracciato al motel e hanno bussato alla porta di Barini il 21 agosto alle 20:30. “Barini ha risposto alla porta e l’ha richiusa velocemente,” dice la denuncia. Pochi minuti dopo, Barini ha riaperto la porta, rilasciando dalla stanza un “forte odore coerente con l’odore di un cadavere e incenso che brucia”. In un angolo della stanza, i poliziotti hanno notato, “un bidone della spazzatura pieno di lenzuola, e quello che sembrava essere un piede umano che sporgeva,” secondo i pubblici ministeri.

Infine, durante la perquisizione nella stanza, le autorità hanno trovato “un bicchiere contenente un liquido viola con polvere nella parte superiore del liquido e attorno al bordo, tubi di vetro comunemente usati per fumare narcotici e bottiglie di candeggina e asciugamani ricoperti di candeggina, dispositivi elettronici, una sega e una valigia vuota”. Insomma, la tragica morte dello chef italiano è ancora sotto inchiesta, ma sembra che le prove indichino che i colpevoli sono stati rintracciati e catturati.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter