Cerca

NewsNews

Commenti: Vai ai commenti

“Non baciate i vostri polli!”. Il CDC avvisa gli americani dell’allerta salmonella

Le autorità hanno trovato 163 casi in 43 stati e un terzo di questi sono bimbi sotto i 5 anni. Emanate anche le indicazioni per prevenire il contagio

Polli (pixabay)

Negli Stati Uniti, oltre al Covid-19, scatta l’allerta salmonella. A far partire l’allarme è stato il Cdc, il Center for Disease Control and Prevention che si uccopa del controllo della sanità pubblica, diffondendo un avviso un po’ insolito.

Il messaggio è rivolto a coloro che possiedono pollame da giardino e che, da oggi in poi, dovranno evitare di “baciare o coccolare il pollame del cortile e non mangiare o bere intorno a loro. Questo può diffondere germi di salmonella alla bocca e provocare l’insorgere della malattia”.

L’avviso, riferisce il quotidiano Usa Today online, è stato diffuso dopo che un’indagine ha scoperto che 163 persone in 43 stati hanno confermato di essere state colpite dai batteri. Nonostante non ci siano morti, l’agenzia afferma che un terzo dei casi confermati sono bambini di età inferiore ai 5 anni e infatti è proprio a loro che il Cdc fa riferimento, ricordando come sia opportuno “non lasciare che i bambini di età inferiore ai 5 anni, le persone con sistema immunitario indebolito o gli adulti più anziani tocchino animali ad alto rischio”.

La Salmonella è l’agente batterico più comune nelle infezioni trasmesse da alimenti e si trova comunemente nell’intestino di uccelli e mammiferi sani. La salmonellosi rientra, in particolare, tra le tossinfezioni alimentari.

La gravità dei sintomi delle infezioni da Salmonella varia dai semplici disturbi del tratto gastrointestinale (febbre, crampi addominali, vomito e diarrea), fino a forme cliniche più gravi, che si verificano soprattutto in persone già debilitate da altre malattie.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter