Cerca

NewsNews

Commenti: Vai ai commenti

Cuba ha deciso: userà sieri non approvati dal’OMS per vaccinare i bambini di 2 anni

L'Avana utilizzerà dosi anti-Covid prodotte in loco, con l'obiettivo di immunizzare tutti i minori prima di riaprire delle scuole, chiuse da marzo 2020

Medici cubani in prima linea per combattere il Covid - Flickr, GovernmentZA

Cuba è il primo paese al mondo a vaccinare i bambini dai due anni d’età contro il Covid, utilizzando sieri prodotti in loco e non riconosciuti dall’Organizzazione mondiale della sanità.

L’isola caraibica, dove vivono 11,2 milioni di persone, punta a vaccinare tutti i bambini prima di riaprire le scuole, la maggior parte delle quali è rimasta chiusa da marzo 2020. Il nuovo anno scolastico è iniziato ieri, ma da casa tramite programmi tv, visto che la maggior parte delle case cubane non ha accesso a Internet.

Dopo aver completato gli studi clinici sui minori con i suoi vaccini Abdala e Soberana, Cuba ha iniziato venerdì la campagna di vaccinazione per i bambini dai 12 anni in su. Ieri ha poi iniziato a distribuire il siero nella fascia d’età 2-11 anni nella provincia centrale di Cienfuegos.

Diversi altri Paesi nel mondo stanno vaccinando i bambini dai 12 anni in su, e alcuni stanno conducendo sperimentazioni sui piu’ piccoli. Paesi come Cina, Emirati Arabi Uniti e Venezuela hanno annunciato di voler vaccinare anche i bambini più piccoli, ma Cuba è la prima a farlo.

I vaccini cubani, i primi sviluppati in America Latina, non sono stati sottoposti a “peer review” scientifica internazionale. (Agi)

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter