Cerca

NewsNews

Commenti: Vai ai commenti

Italia, al via la terza dose, utilizzati solo vaccini a mRna

Si parte con immunodepressi e trapiantati, poi gli over 80 e gli ospiti delle Rsa

Il marinaio della Marina Milan Torres, un ospedaliero, prepara una dose del vaccino COVID-19 da somministrare a un paziente, Centro medico militare nazionale Walter Reed, Bethesda, Md., 14 dicembre 2020. (Foto DoD di Lisa Ferdinando, U.S. Secretary of Defense)

Dopo giorni di discussione la decisione è arrivata: in Italia si parte con la terza dose del vaccino contro il Covid-19. A dare il via libera, la Commissione tecnico-scientifica dell’Aifa dopo che l’Ema, ha chiarito che sul punto decidono le autorità dei singoli Stati.

La “dose addizionale” riguarderà immunodepressi e trapiantatidopo almeno 28 giorni dall’ultima somministrazione. Mentre è prevista la terza dose (in questo caso definita ‘booster’, ossia atta a rafforzare le difese immunitarie dopo le prime due dosi) per gli over 80 e gli ospiti delle Rsa, dopo almeno 6 mesi dall’ultima dose ricevuta. E verranno utilizzati solo vaccini a mRna, ossia Pfizer e Moderna.

Intanto, con 326 voti a favore, 7 contrari e 9 astenuti, arriva anche il via libera del governo all’obbligo del Green Pass per i lavoratori della scuola, dell’università e delle Rsa.

 

 

 

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter