Cerca

NewsNews

Commenti: Vai ai commenti

Corea del Nord testa un missile ipersonico: vuole moltiplicare le capacità di difesa

Si chiama Hwasong-8 ed è molto più veloce dei missili balistici o da crociera convenzionali. La Corea del Sud accelera sulla corsa agli armamenti

La Corea del Nord ha testato con successo un missile aliante ipersonico segnando, secondo la propaganda dell’agenzia stampa ufficiale Kcna, un’importante svolta tecnologica: Pyongyang cerca di “moltiplicare per mille” le sue capacità di difesa, ha scritto la Kcna.

I missili ipersonici sono molto più veloci dei missili balistici o da crociera convenzionali. Sono anche molto più difficili da rilevare e intercettare dai sistemi di difesa missilistica, per i quali gli Stati Uniti spendono miliardi di dollari. Il test, effettuato dalla provincia di Jagang, nel nord del Paese, “ha confermato il controllo della navigazione e la stabilità del missile”, nonché “la manovrabilità del suo sistema di guida e le caratteristiche di planata della ‘testata ipersonica distaccata’”, ha spiegato la Kcna.

“I risultati dei test hanno dimostrato che tutte le specifiche tecniche soddisfano i requisiti di progettazione”, si legge ancora nella nota ufficiale di Pyongyang. Il lancio del missile, identificato come Hwasong-8, è stato supervisionato da un membro anziano dell’apparato statale nordcoreano, Pak Jong Chon. Non è stata invece menzionata la presenza del leader Kim Jong Un.

Il giornale ufficiale Rodong Sinmun ha pubblicato una foto del missile, dotato di una serie di alette guida, che si alzava nel cielo mattutino. L’esercito sudcoreano ha dato notizia del test poco dopo averlo rilevato. Ma a differenza del solito, non ha rivelato ufficialmente l’altitudine massima raggiunta dal missile o la distanza percorsa, informazioni che Seul generalmente rende pubbliche entro un’ora. Secondo i media sudcoreani, il missile lanciato dalla Corea del Nord aveva “caratteristiche di volo diverse” dai precedenti.

Il presidente sudcoreano Moon Jae-In ha chiesto una “analisi completa” dell’evento. Pyongyang aveva già effettuato diversi altri test missilistici questo mese, uno che coinvolgeva missili da crociera a lungo raggio e un altro, secondo l’esercito sudcoreano, missili balistici a corto raggio. La Corea del Nord è soggetta a molteplici sanzioni internazionali per le sue armi nucleari vietate e i suoi programmi di missili balistici. Nonostante ciò, nell’ultimo mese ha moltiplicato i suoi test missilistici.

Lo sviluppo del missile ipersonico è uno dei cinque compiti “prioritari” del piano quinquennale di armi strategiche, secondo la Kcna. Nel frattempo, anche la Corea del Sud ha accelerato in quella che sembra a tutti gli effetti una corsa agli armamenti nella penisola divisa.

Seul sta spendendo miliardi di dollari per lo sviluppo militare: sempre questo mese ha portato a termine il primo lancio di prova di un missile balistico lanciato da sottomarino (Slbm), rendendo il Paese una delle poche nazioni ad avere questa tecnologia avanzata. Ieri ha tenuto inoltre una cerimonia per il lancio del suo terzo sottomarino Slbm. (AGI)

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter