Cerca

NewsNews

Commenti: Vai ai commenti

La Corea del Nord testa un altro missile antiaereo: gli Stati Uniti sono preoccupati

L'annuncio del lancio diffuso dai media di Pyongyang. Usa, Gran Bretagna e Francia hanno convocato una riunione del Consiglio di Sicurezza Onu

(FILE) A photo released by the official North Korean Central News Agency (KCNA) shows the conducting of another firepower strike drill of long-range artillery sub-units of the Korean People's Army - ansa/KCNA EDITORIAL USE ONLY

La Corea del Nord ha testato un missile antiaereo “di recente sviluppo”. Lo hanno annunciato i media statali. “La Repubblica Democratica Popolare di Corea ha testato un missile antiaereo di recente sviluppo il 30 settembre”, ha riferito la Korean Central News Agency.

Il segretario di Stato americano Antony Blinken in precedenza aveva detto che la Corea del Nord sta aumentando l’instabilità con la sua una serie di test di varie armi, tra cui uno che Pyongyang sostiene essere un missile a planata ipersonico. “Siamo preoccupati per queste ripetute violazioni delle risoluzioni del Consiglio di sicurezza che creano maggiori prospettive di instabilità e insicurezza”, ha detto Blinken ai giornalisti dopo i colloqui commerciali USA-UE a Pittsburgh.

Antony Blinken – Ansa/EPA/JIM LO SCALZO

Il leader nordcoreano Kim Jong Un è stato citato dai media statali che riportano la notizia che abbia rifiutato l’offerta di dialogo fatta dagli Stati Uniti, definendola un “trucco meschino”. Blinken ha detto che gli Stati Uniti non possono confermare l’affermazione della Corea del Nord di aver testato un missile ipersonico planante, un potenziale game-changer in quanto può volare cinque volte la velocità del suono e non è intercettabile dai sistemi antimissile attuali.

“Stiamo valutando i lanci”, ha detto Blinken, “per capire esattamente cosa hanno fatto, quale tecnologia hanno usato, ma a prescindere, abbiamo visto ripetute violazioni delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che la comunità internazionale deve prendere molto sul serio”.

Gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e la Francia hanno convocato una riunione del Consiglio di Sicurezza sulla Corea del Nord. Blinken ha anche garantito pieno sostegno a qualsiasi misura per alleviare le tensioni da parte della Corea del Sud, parte dell’enfasi del presidente Joe Biden sul lavoro con gli alleati. “Certamente, se ci sono misure che possono ridurre adeguatamente i rischi che esistono, questo probabilmente ha senso”, ha detto Blinken degli sforzi sudcoreani. (Agi)

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter