Cerca

NewsNews

Commenti: Vai ai commenti

Drone americano uccide una famiglia afghana: il Pentagono offre un risarcimento

La famiglia falcidiata è quella di Ezmarai Ahmadi. I fatti risalgono al 29 agosto, quando per errore furono uccisi 10 civili, tra cui 7 bambini

Drone militare usato dalla Cia - EPA/SAC ANDREW MORRIS

Il Pentagono si è offerto di pagare un risarcimento alla famiglia dei dieci civili afghani, tra cui sette bambini, uccisi per errore da un drone americano a Kabul durante un’operazione anti-terrorismo, il 29 agosto. L’annuncio attraverso un comunicato che non ha rivelato l’entità della cifra.

La famiglia falcidiata è quella di Ezmarai Ahmadi, dipendente di Nutrition and Education International, che si occupa di distribuire aiuti umanitari nel paese asiatico.

La strage avvenne nei giorni caotici dell’abbandono americano dell’Afghanistan: l’intelligence a stelle e strisce, il 29 agosto, seguì per ben otto ore la Toyota bianca dell’uomo, prima di sparare un missile che la centrò e distrusse. A bordo c’erano 7 bambini e tre adulti, incluso Ahmadi. Tre giorni prima la stessa intelligence non era stata in grado di fermare un attacco che nell’aeroporto di Kabul fece 13 morti. (Agi)

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter