Cerca

NewsNews

Commenti: Vai ai commenti

La tennista cinese Peng Shuai è riapparsa in video, ma i filmati non sono sufficienti

A dirlo è il Presidente della Wta Steve Simon, che non è rimasto convinto dai contenuti pubblicati da Pechino, dove si vede l'atleta presenziare a un torneo

Peng Shuai - ANSA/FRANCIS MALASIG

L’atleta cinese Peng Shuai è apparsa domenica a un torneo di tennis a Pechino, a quanto risulta dalle foto ufficiali dell’evento diffuse dai media.

La trentacinquenne star del tennis, ex numero uno mondiale del doppio, era sparita dalla circolazione dopo aver accusato Zhang Gaoli, un potente ex funzionario del Partito Comunista di 40 anni più anziano di lei, di averla costretta a fare sesso durante una relazione discontinua durata diversi anni.

Nei giorni scorsi era cresciuta la pressione internazionale su Pechino, perché fornisse informazioni sulle condizioni di salute della tennista.

Il profilo ufficiale Weibo del China Open ha pubblicato delle fotografie dove si vede Peng, con addosso una giacca sportiva blu scuro e pantaloni della tuta bianchi, assistere alle finali del Fila Kids Junior Tennis Challenger. È la prima apparizione pubblica dell’atleta dopo le accuse, che sono state pesantemente censurate dai media cinesi.

Un video dell’evento, pubblicato su Twitter da Hu Xijin, influente caporedattore del Global Times, mostra Peng in piedi in mezzo a un gruppo di ospiti i cui nomi vengono annunciati al pubblico che applaude. Un giornalista del Global Times ha twittato un altro video che mostra Peng che firma autografi per i bambini in quello che sembra essere lo stesso stadio prima di posare per le foto con loro.

Secondo quanto riferito a Reuters da una portavoce della Women’s Tennis Association, le foto e i video della stella del tennis cinese apparse nelle ultime ore non sono però sufficienti a rassicurare sulla sorte della donna. Hu, che rivendica una certa vicinanza al potere, ha anche pubblicato due video della giocatrice “a cena con il suo allenatore e gli amici in un ristorante” a Pechino, sostenendo siano stati girati lo stesso giorno.

La France Presse non è stata in grado di confermare il luogo o le condizioni in cui è stato girato il filmato che mostra Peng Shuai insieme a due donne con le quali condivide un pasto e del vino in un luogo rumoroso. A far sospettare che i video possano essere una messa in scena è il passaggio in cui l’atleta, che ad ogni modo appare rilassata e in buona salute, afferma che “domani è il 20 novembre” e viene interrotta da una persona che la corregge: “Domani è il 21 novembre”. Lo scambio è stato filmato con il cellulare da una persona non identificata.

Il presidente della Women’s Tennis Association (Wta), Steve Simon, ha ritenuto “positivo” vedere l’atleta riapparire ma ha affermato che “il video da solo non è sufficiente” per dimostrare che è “libera nelle sue decisioni e azioni”. La Wta aveva minacciato di porre fine ai lucrosi contratti con la Cina se non avesse ricevuto notizie su Peng. (Agi)

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter