Cerca

NewsNews

Commenti: Vai ai commenti

Biden conferma Jerome Powell alla presidenza della Federal Reserve

Il presidente ha nominato vice presidente della Fed Lael Brainard, fino all'ultimo in corsa per diventare la seconda donna a ricoprire la carica dopo Janet Yellen

US Federal Reserve Chairman Jerome Powell - ANSA/MICHAEL REYNOLDS

Jerome Powell è stato confermato dal presidente Usa Joe Biden alla guida della Federal Reserve per un secondo mandato. Il Presidente ha anche nominato vice presidente della Banca centrale Lael Brainard.

“Il nostro Paese deve ancora affrontare sfide importanti mentre emergiamo dalla pandemia, ma già abbiamo fatto enormi progressi nel riportare in vita la nostra economia e nel riportare gli americani al lavoro – prosegue il comunicato stampa diffuso dalla Casa Bianca – da quando il presidente è entrato in carica, l’economia ha creato oltre 5,6 milioni di posti di lavoro, la disoccupazione è scesa al 4,6% – due anni più velocemente del previsto – e il ritmo di crescita della nostra economia supera il resto del mondo sviluppato”.

Questo risultato, sottolinea la nota, “è una testimonianza del successo dell’agenda economica del presidente ed è una testimonianza dell’azione decisiva del presidente Powell e della Federal Reserve per attutire l’impatto della pandemia e riportare l’economia americana in carreggiata. Il presidente Powell ha fornito una leadership costante durante un periodo di difficoltà senza precedenti, tra cui la più grande recessione economica della storia moderna e gli attacchi all’indipendenza della Federal Reserve”.

The Federal Reserve building in Washington – EPA/JIM LO SCALZO

In questo stesso periodo Lael Brainard, “uno dei principali macroeconomisti del nostro Paese, ha svolto un ruolo chiave di leadership presso la Federal Reserve, lavorando con Powell per aiutare a sostenere la solida ripresa economica del nostro Paese”, prosegue la nota. Brainard, democratica, ex sottosegretaria al Tesoro con Barack Obama, fa parte del consiglio dei governatori della Fed dal 2014.

Per gli analisti, la sua scelta farebbe pensare a un istituto centrale statunitense più accomodante in termini di politica monetaria e anche più “politico”, a prescindere dalle reali intenzioni della ex vice direttrice del Consiglio economico nazionale.

“Non possiamo semplicemente tornare a dove eravamo prima della pandemia, dobbiamo ricostruire meglio la nostra economia e sono fiducioso che il presidente Powell e Brainard si concentreranno sul mantenimento dell’inflazione bassa, la stabilità dei prezzi e la piena occupazione” e renderanno “la nostra economia più forte che mai”, ha sottolineato il preodente Usa, Joe Biden, commentando il secondo mandato di Jerome Powell alla guida della Fed. “Insieme – ha proseguito – condividono anche la mia profonda convinzione che sia necessaria un’azione urgente per affrontare i rischi economici posti dal cambiamento climatico e stare al passo con i rischi emergenti nel nostro sistema finanziario”.

Joe Biden – Ansa, Ken Cedeno / POOL

Non ci sono indiscrezioni riguardo alla decisione del presidente che dovrà riconfermare l’attuale presidente della Fed, Jerome Powell, e dargli un secondo mandato oppure scegliere Lael Brainard, già membro del consiglio dei governatori della Fed e che conta sull’appoggio di molti democratici, tra cui Sheldon Whitehouse, Jeff Merkley ed Elizabeth Warren i quali hanno sollecitato espressamente Biden a non nominare Powell per un altro mandato.

Il momento è delicato sia per la ripresa post-pandemica ma soprattutto per l’inflazione alle stelle, e in particolare i prezzi energetici, mentre da più parti ci sono pressioni per intraprendere nuove azioni come il rilascio delle riserve strategiche di greggio. La settimana scorsa, peraltro, Biden ha chiesto al capo della Federal Trade Commission (FTC) di indagare se le compagnie petrolifere stanno aumentando illegalmente i prezzi del gas.

Tra i sostenitori di Powell, invece, il senatore Jon Tester il quale proprio ieri ha spiegato che la capacità del presidente della Fed di affrontare l’impennata dell’inflazione trova ostacoli proprio nella sua conferma, ancora confinata nel limbo. “Powell non può fare molto finchè non è confermato”, ha spiegato Tester esortando Biden a conferirgli un secondo mandato.

“Anche se c’è ancora molto da fare, negli ultimi 10 mesi abbiamo compiuto notevoli progressi nel riportare gli americani al lavoro e nel far ripartire la nostra economia – ha spiegato Biden – questo successo è una testimonianza dell’agenda economica che ho perseguito e dell’azione decisiva che la Federal Reserve ha intrapreso sotto la presidenza di Powell e di Brainard per aiutarci a superare la peggiore recessione della storia americana moderna e metterci sulla strada per recupero”.

E ancora: “Fondamentalmente, se vogliamo continuare a costruire sul successo economico di quest’anno, abbiamo bisogno di stabilità e indipendenza alla Federal Reserve, e ho piena fiducia nel fatto che dopo il lavoro svolto negli ultimi 20 mesi il presidente Powell e la dottoressa Brainard forniranno la leadership forte di cui il nostro Paese ha bisogno”.

Chi è Brainard, la numero due

Lael Brainard, nominata come vice presidente della banca centrale degli Stati Uniti (Fed) da Joe Biden, è l’unico governatore democratico dell’istituzione, un fervente sostenitore di un sistema finanziario strettamente regolamentato e un esperto di economia internazionale.

Ha fama di essere un’abile negoziatrice: è stata consigliere di Bill Clinton e ha ricoperto alti incarichi anche nell’amministrazione Obama. Nel 2009 venne nominata sottosegretario al Tesoro per gli affari internazionali. Fino a ieri, era in corsa per succedere a Jerome Powell, l’attuale presidente della Fed, al quale Joe Biden ha dato un secondo mandato. Ha 59 anni, e dal 2014 è membro del consiglio dei governatori del sistema della Federal Reserve.

Scherzosamente definita “colomba” monetaria, perchè a favore di una politica accomodante – in opposizione ai “falchi” – ha talvolta preso una posizione controcorrente rispetto ai suoi colleghi della Fed.

Lael Brainard – EPA/ERIK S. LESSER

Brainard si è fatta notare in tempi recenti anche per aver parlato piu’ volte i rischi posti dal cambiamento climatico sulla stabilità finanziaria. Nel novembre 2020, ha detto che era “vitale” valutare e affrontare “adeguatamente” le conseguenze.
Una parte della sinistra dei democratici le aveva pero’ rimproverato un’azione troppo timida nei confronti del cambiamento climatico ma anche della Cina, quando era sottosegretario al Tesoro del presidente Obama.

Figlia di un diplomatico, Lael Brainard è nata ad Amburgo (Germania) e ha trascorso parte della sua infanzia in Polonia, allora paese comunista. Si è laureata alla prestigiosa Università di Harvard ed è stata docente al Massachusets Institute of Technology (MIT).

Il suo nome era stato menzionato per il posto di Segretario al Tesoro quando Joe Biden arrivò alla Casa Bianca nel gennaio 2021. Alla fine, è stata nominata Janet Yellen. Lael Brainard è sposata con Kurt Campbell, che è il coordinatore India-Pacifico nel Consiglio di Sicurezza Nazionale, e che è stato nominato proprio da Biden. (Agi)

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter