Cerca

NewsNews

Commenti: Vai ai commenti

Per gli Stati Uniti al conflitto in Etiopia “non esiste una soluzione militare”

Il Dipartimento di Stato Usa ha rivolto un avvertimento al premier etiope Abiy Ahmed, che è andato al fronte a combattere contro i ribelli tigrini

Parata militare in Etiopia - EPA/STR

“Non esiste una soluzione militare” in Etiopia: è l’avvertimento degli Stati Uniti rivolto al premier del Paese, Abiy Ahmed, andato a combattere al fronte contro i ribelli tigrini, che avanzano verso la capitale Addis Abeba.

“Non esiste una soluzione militare al conflitto in Etiopia. Il nostro obiettivo è sostenere la diplomazia come prima, ultima e unica opzione”, ha affermato un portavoce del dipartimento di Stato americano.

“Esortiamo tutte le parti ad astenersi da qualsiasi retorica incendiaria e bellicosa, a contenersi, a rispettare i diritti umani, a permettere l’accesso agli aiuti umanitari e a proteggere i civili”, ha aggiunto il portavoce.

Il dipartimento di Stato Usa, ha proseguito, “è a conoscenza” delle informazioni di stampa secondo le quali “atleti etiopi di alto livello, parlamentari, dirigenti di partiti e di regioni hanno annunciato che avrebbero raggiunto il primo ministro al fronte”. (Agi)

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter