Cerca

NewsNews

Commenti: Vai ai commenti

New York, uomo minaccia di spararsi: voleva consegnare dei documenti all’Onu

Con una pistola puntata alla gola una persone ha tentato di uccidersi. Le teste di cuoio l'hanno immediatamente raggiunto...

Uomo armato davanti al Palazzo di Vetro, New York (VNY)

newyork-onu-nazioni-unite-sparatoria-uomo-armato

Uomo armato davanti al Palazzo di Vetro, New York (VNY)

Uomo armato davanti al Palazzo di Vetro, New York (VNY)

newyork-onu-nazioni-unite-sparatoria-uomo-armato

Uomo armato davanti al Palazzo di Vetro, New York (VNY)

Uomo armato davanti al Palazzo di Vetro, New York (VNY)

newyork-onu-nazioni-unite-sparatoria-uomo-armato

Uomo armato davanti al Palazzo di Vetro, New York (VNY)

Uomo armato davanti al Palazzo di Vetro, New York (VNY)

onu-nazioni-unite-sparatoria-uomo-armato

Uomo armato davanti al Palazzo di Vetro, New York (VNY)

Sono stati momenti di panico quelli vissuti a Manhattan intorno alle 10.45 di questa mattina sulla 1° Avenue. Davanti al cancello del Palazzo di Vetro delle Nazioni Unite un uomo armato ha minacciato di farsi saltare la testa con una pistola puntata alla gola. Non un atto terroristico, ma follia suicida si è pensato in un primo momento. Si è capito solo più tardi che in realtà l'uomo voleva consegnare dei documenti all'Organizzazione internazionale. Le teste di cuoio della polizia sono immediatamente arrivate sul posto e come in un duello si attendeva la prima mossa. Alla fine, l'Onu ha accolto la richiesta dell'uomo, che solo dopo aver consegnato le carte ha posato la pistola. Tra la 42esima e la 45esima le strade sono rimaste blindate fino alle 13.40 quando l'uomo in questione è stato preso in custodia e trasportato in ospedale ha fatto sapere Benjamin Tucker, il vice commissario del Dipartimento di polizia di New York. Non è la prima volta che si verificano episodi di questo tipo. Circa dieci anni fa un postino davanti l'Headquarter dell'Onu sparò in aria e il proiettile raggiunse il Palazzo conficcandosi nel soffitto di un ufficio al terzo piano.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter