Cerca

NewsNews

Commenti: Vai ai commenti

Negli Stati Uniti 800mila morti per Covid: i peggiori per decessi pro-capite nel G7

Vicino il triste record di 50 milioni di casi registrati. Quella degli Usa è anche una delle performance peggiori tra i Paesi ricchi che dispongono dei vaccini

Paramedics bring a patient into the emergency room at Maimonides Medical Center in Brooklyn, New York - ANSA/EPA/JUSTIN LANE

Gli Stati Uniti hanno raggiunto il triste traguardo degli 800mila decessi causati dal Covid-19. Nel 2021, sono morte oltre 450mila persone, il 57% di tutti i decessi per Covid dall’inizio della pandemia, superando il bilancio totale del 2020.

La variante Omicron spaventa, ma è la Delta che sta portando il paese verso una «holiday crisis», come è stata definita dagli esperti, visto l’aumento dei contagi e dei ricoveri in un periodo di feste. La situazione è particolarmente preoccupante negli Stati del nord-est.

In 12 di questi e nella capitale Washington, i dati del dipartimento della Salute e dei Servizi umani riportano il fatto che la media dei ricoveri giornalieri in una settimana sia aumentata di almeno il 50% rispetto a due settimane fa.

Secondo l’agenzia Reuters, gli Stati Uniti segnano la performance peggiore tra i Paesi membri del G7 in termini di decessi pro-capite; e anche una delle performance peggiori tra i Paesi ricchi che dispongono dei vaccini. Gli Usa dovrebbero presto superare anche i 50 milioni di casi.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter