Cerca

EconomiaEconomia

Commenti: Vai ai commenti

In attesa della Pasqua, Joe Biden con Jill vola a Camp David spinto dall’ottimismo

La notizia di positivi dati economici sull'occupazione consente al presidente di trascorrere in serenità e con la famiglia la festività cristiana

di M.J.
Il leader dell’opposizione, Mitch McConnell, capo della minoranza repubblicana al Senato, ha ribadito che il piano di Biden “È un cavallo di Troia" 

L’incidente a Capitol Hill è avvenuto mentre a circa 500 metri di distanza il presidente Joe Biden e la first lady Gill salivano sull’elicottero che li ha trasportati a Camp David dove la First Family allargata trascorrerà la Pasqua. Il capo della Casa Bianca era sorridente, soddisfatto dai dati economici che aveva ricevuto in mattinata: il settore privato recupera 916.000 posti di lavoro portando il tasso di disoccupazione dal 6,2 al 6%.

Di prima mattina aveva fatto una fugace apparizione davanti le telecamere per dichiarare che era tornata la speranza. Il suo “Help is Here” è diventato il motivo dei suoi interventi televisivi. “Nei primi due mesi della nostra amministrazione sono stati creati più posti di lavoro di qualsiasi altra nella storia” ha detto. “I dati di oggi sono una fonte di speranza per la ripresa di un’economia devastata dalla pandemia. Finalmente c’è speranza. I dati riflettono “i progressi fatti nella lotta contro il coronavirus”. E poi una Battuta sul mega piano sulle infrastrutture annunciato due giorni fa: “Se passerà al Congresso – afferma – verranno creati 19 milioni di posti di lavoro”.

Il leader dell’opposizione, Mitch McConnell, capo della minoranza repubblicana al Senato, ha ribadito che il piano di Biden “È un cavallo di Troia.  Le chiamano infrastrutture ma dentro ci sono nascosti solo debiti e giganteschi aumenti delle tasse che colpiscono la parte produttiva dell’economia. Se l’imprenditoria non è incentivata con gli sgravi gli investimenti languiranno”. Scetticismo anche da una parte della dalla Camere di Commercio che gli sgravi fiscali concessi da Trump non li vogliono perdere. “Siamo fortemente contrari all’aumento generale delle imposte – ha denunciato in una nota la US Chamber of Commerce – una mossa che rallenterà la ripresa economica e renderà il Paese meno competitivo”.  Questi timori però, almeno per questo fine settimana, sono inesistenti con Wall Street che ha chiuso con tutti i dati in positivo e che ritrova fiducia vedendo che gli americani tornano a spendere e ad assumere.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter