Cerca

EconomiaEconomia

Commenti: Vai ai commenti

Ambasciatrice Zappia: Italia “trusted partner” degli USA nell’industria della difesa

Presentato il rapporto dell'Atlantic Council in occasione dell'evento “The US-Italian defense relationship: A strategic and industrial partnership”

“Una Squadra Vincente”. Così viene definito il partenariato tra Italia e USA nell’ambito dell’industria della difesa dal rapporto dell’Atlantic Council presentato oggi in occasione dell’evento “The US-Italian defense relationship: A strategic and industrial partnership”, organizzato dal think tank statunitense e al quale l’Ambasciatrice d’Italia negli Stati Uniti, Mariangela Zappia, è intervenuta con un keynote speech.

“L’Italia ha sempre scelto l’Atlantismo quale direttrice della sua politica estera e di difesa e nella politica industriale nel settore  — ha evidenziato l’Ambasciatrice Zappia, rilevando come — anche dopo l’Afghanistan, il nostro impegno nella NATO e la nostra cooperazione militare con gli USA continuano in Kosovo e Iraq, dove il prossimo anno assumeremo il comando delle missioni KFOR e NMI”.

L’ambasciatrice Mariangela Zappia

“Le relazioni privilegiate tra i nostri due Paesi hanno permesso all’Italia di accedere al mercato USA, brillando come “trusted partner” degli Stati Uniti nell’industria della difesa”, ha aggiunto l’Ambasciatrice Zappia, evidenziando che “imprese italiane quali Leonardo e Fincantieri, solo per menzionare le più grandi, giocano un ruolo crescente negli USA e anche grandi gruppi industriali americani quali Lockheed Martin e Boeing hanno investito con successo in Italia”.

Sul valore del partenariato industriale tra Italia e USA nel campo della difesa si sofferma il nuovo rapporto dell’Atlantic Council, che ha scelto l’Italia per il primo di una serie di “case studies” sulle relazioni industriali degli USA con Paesi alleati nel settore. “A lungo mercato di destinazione per l’industria degli armamenti USA, negli ultimi vent’anni l’Italia ha visto crescere le proprie capacità industriali, divenute importanti per il mercato USA”, evidenzia il rapporto, sottolineando come “le imprese italiane siano progressivamente divenute parte integrante delle supply chain USA nella difesa”.

Il rapporto, edito da Mauro Gilli, ricercatore del Center for Security Studies al Swiss Federal Institute of Technology, e James Hasik, non-resident senior fellow presso il Scowcroft Center on Strategy and Security dell’Atlantic Council, mira ad illustrare compiutamente la partnership Italia-USA nell’industria della difesa, suggerendo di sfruttarne appieno il potenziale per raggiungere obiettivi strategici e preservare le supply chain  necessarie per la sicurezza nazionale degli USA.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter