Cerca

EconomiaEconomia

Commenti: Vai ai commenti

Rialzo dei prezzi al consumo mette a prova i controlli sull’inflazione delle autorità

Gli aumenti vanno dai beni al dettaglio ai costi delle case. L'inflazione ha raggiunto il livello più alto in 40 anni

 (TITOLO+COMMENTO)

PRIMA PAGINA.

– Rialzo dei prezzi al consumo mette a prova i controlli sull’inflazione delle autorità americane. Gli aumenti vanno dai beni al dettaglio ai costi delle case. L’impennata dei prezzi presenta problemi alla Banca Centrale e alla Casa Bianca che cercano una politica di stabilità in un momento in cui il mercato del lavoro, per essendo la percentuale di disoccupazione scesa al quasi record del 4,2 %,  deve ancora riprendersi completamente dalla pandemia e l’inflazione si dimostra più duratura del previsto. I prezzi al consumo  sono aumentati in un anno del 6.8%, come non  succedeva fin dal 1982. Il problema è che cosa succederà dopo. I responsabili della Banca Centrale sono preoccupati dell’inflazione, sia perché sta durando più del previsto, sia perchè si sta estendendo anche a aree che ne sembravano immuni.

– L’inflazione ha raggiunto il livello più alto in 40 anni. Due grandi grafici, uno generale intitolato “Cambi anno per anno dei prezzi al consumo” dal 1970 a oggi, l’altro, suddiviso in 9 spazi, “Come i prezzi sono cambiati nelle diverse categorie” ( cibo a casa, cibo fuori casa, auto e camion, affitti, divertimenti, alberghi, elettricità e gas, biglietti aerei).

– La Suprema Corte permette che la legge del Texas sia sfidata. La proibizione dell’aborto rimane, ma gruppi di interessati possono fare causa nei tribunali locali. La Suprema Corte ieri ha senteziato che le cliniche che provvedono agli aborti possono sfidare in tribunale la legge che proibisce ogni froma di aborto dopo sei settimane di gravidanza. Ma si è rifiutata di bloccare la legge, che resta quindi in vigore fino a quando non ci sarà una causa in merito. La sentenza è stata una vittoria per i sostenitori dell’aborto, ma anche una delusione, perchè speravano che la Corte dichiarasse la legge incostituzionale e quindi la cancellasse.

– Dopo il viaggio in Ghana, Adams ha una lunga lista di cose da fare. Per molti Americani neri, un viaggio in Ghana – il paese dai cui porti sono partiti milioni di Africani destinati alla schiavitù – è un’esperienza commovente ed emozionante. E Adams, eletto sindaco di New York, il secondo sindaco nero nella storia della città, ha definito il suo recente viaggio come una prova di resistenza e progresso. “I miei antenati hanno lasciato l’Africa da schiavi” ha detto. “Questo è un viaggio spirituale”. Ma dopo più di una settimana di assenza, Adams è tornato a una città che affronta seri problemi di sanità e di pubblica sicurezza, e nuovi ordini federali e statali sul vaccino.

– Insegnanti in Texas trascinati in una lotta su 850 libri. Un messaggio e-mail di un senatore statale repubblicano a tutti i sovrintendenti dei distretti scolastici, chiedendo -anche se non apertamente – di evitare l’uso scolastico di quei titoli, molti dei quali di autori mondialmente famosi, ha scatenato reazioni sia da destra che da sinistra. Il governatore Greg Abbott, notoriamente di estrema destra, ha attaccato le librerie delle scuole, ordinando ai funzionari statali addetti all’educazione a “investigare su attività criminali nella nostre scuole pubbliche legate alla disponibilità di pornografia”.  

– Matenendo la sua politica economica in Turchia. Il rifiuto del presidente Erdogan di alzare i tassi di interesse, è probabilmente la causa principale del continuo deprezzamento della moneta locale, la lira, che ha portato a un rialzo dei prezzi al consumo di più del 40%. “L’aumento degli interessi rende i ricchi più ricchi e i poveri più poveri – ha detto Erdogan. – Abbiamo evitato che ciò avvenga”. È al potere da quasi 20 anni durante i quali ha avuto molti successi anche in campo economico. Ma adesso, con l’avvicinarsi delle elezioni, fra 18 mesi, sembra aver perso il senso della realtà ed è sempre più isolato in una politica che quasi nessun economista condivide.

PAGINE INTERNE.

– Il Pubblico Ministero scommette sull’istinto. Mettere sotto accusa i genitori dello studente imputato della sparatoria in Michigan, è stata “la cosa giusta da fare”, ha detto il Pubblico Ministero, Karen McDonald.

– Diventa una minaccia di vita o morte. Il fabbricante di apparecchiature mediche non regge il passo con la  domanda. Ha bisogno di “computer chips”  ma se li portano via le grandi compagnie industriali.

– Un pericoloso viaggio verso Nord. L’incidente di camion in Messico che ha ammazzato 54 migranti, mostra i pericoli che essi corrono nel lungo viaggio attraverso l’America Latina per raggiungere gli USA. 

– I leaders della Francia e Germania legati da un goal comune: la sovranità europea. ” Dobbiamo abbandonare vecchi tabù e vecchi feticci”, hanno detto.      

  

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter