Cerca

First AmendmentFirst Amendment

Commenti: Vai ai commenti

Prova perfettamente riuscita delle chiuse, lascia Venezia secca con l’alta marea

"Non c’era neanche una pozzanghera in piazza San Marco” ha detto un funzionario locale

Come sempre la domenica, il New York Times è composto da diversi fascicoli, con titoli specifici. Eccoli, con la notizia principale di ciascuno.

–      1 / 32 pagine. THE NEW YORK TIMES. La notizia principale, a tutta pagina, è naturalmente sulla malattia del presidente. Ma per cambiare tono, e spendere due parole su una notizia positiva e che per di più riguarda l’Italia, ecco il titolo: Prova perfettamente riuscita delle chiuse, lascia Venezia secca con l’alta marea.  Con due fotografie con questa didascalia: “Non c’era neanche una pozzanghera in piazza San Marco” ha detto un funzionario locale. Eccezionali livelli di acqua alta l’anno scorso (seconda foto) avevano obbligato il sindaco a dichiarare lo stato di emergenza. Articolo: Dopo decenni di rimandi, le chiuse destinate a difendere Venezia dall’acqua alta sono salite sabato per provare la loro capacita’ a combattere la crescente minaccia di inondazioni. Completo successo: sono salite tutte 78, e anche quando l’alta marea ha raggiunto il suo punto massimo, il livello nella laguna interna è rimasto invariato.

–      2 /10 pagine. AT HOME, COME VIVIAMO ADESSO.  Un disegno con scenette famigliari con un cane occupa la prima pagina col titolo: Facciamo di tutto per essere bravi, con questi sottotitoli/consigli: Saliamo in macchina per andare a vedere un film in un drive-in; puliamo a fondo il nostro cortile; ci dedichiamo al nostro podcast per essere cittadini ben informati; e quando abbiamo finito, arrotoliamo il giornale e facciamo uno scopino per la polvere.

–      3 / 14 pagine. SUNDAY STYLES. STILE DI VITA, RELAZIONI, SOCIETA’. Articolo in prima pagina: I piccoli aiutanti dei genitori. Preoccupati di come allevare i figli durante l’epidemia, mamme e papa’ si danno alle canne e alla bottiglia. A piccoli gruppi, uniti dal telefono, si chiamano tutti i giorni alla stessa ora (di solito verso le 7 di sera) per chiacchierare e tenersi su a vicenda. Anche con qualche aiuto esterno.

–      4 / 10 pagine. SUNDAY BUSINESS. INVESTIMENTI, INNOVAZIONI, LAVORI. Dalla prima pagina: La recessione causata dall’epidemia e’ appena cominciata. I segni di una lenta, strisciante ripresa ci sono sicuramente familiari. E sottotitolo all’interno: Ci sara’ sicuramente un nuovo stato di stabilita’, ma non prima del 2023 o 2024. Con un grafico intitolato: le perdite di lavoro per l’epidemia sono peggiori che nelle passate recessioni.

–      5 / 14 pagine. REAL ESTATE. PROPRIETARI, INQUILINI, RESTAURI. Con la foto di una coppia davanti a una casa di campagna, titolo e sottotitolo si spiegano da soli: Il legame d’amore del covid. Coppie rinforzano la loro realzione facendo la quarantena insieme.

–      6 / 10 pagine. METROPOLITAN. QUELLO CHE SUCCEDE INTORNO A NEW YORK. Articolo in prima pagina e all’interno, con vari titoli e sottotitoli. Risate al fresco:  battute dal parco o dal tetto. Con i clubs chiusi, i cabarettisti fanno delle apparizioni dove possono, di solito preannunciandole il giorno prima su Instagram. Poco pubblico, attento e divertito, con mascherine e a giuste distanze.

–      7 / 14 pagine. OPINION. Fascicolo speciale, dedicato all’Amazzonia. Intera prima pagina, su sfondo nero: L’Amazzonia ha visto il nostro futuro. Mentre il pianeta si riscalda, la foresta puo’ diventare una culla di scoperte umane o una scena di crimini ecologici. Da anni stiamo parlando di salvare le foresta, ma gli alberi stanno ancora bruciando, il petrolio continua a spargersi, e le dighe continuano a essere costruite. Oggi gli abitanti dell’Amazzonia stanno vivendo attraverso le piu’ estreme versioni dei nostri piu’urgenti problemi, dagli estremi del cambiamento climatico alle devastazioni di nuove malattie.

–      8 / 10 pagine. SUNDAY REVIEW. IDEE, OPINIONI, ANALISI DELLE NOTIZIE. Mezza pagina di un grafico con questo titolo: la mutevole posizione di Trump sulle mascherine. Come un semplice strumento di difesa contro il virus e’ diventato un simbolo di partito. Il grafico cita le sue dichiarazioni o mostra le sue azioni, dall’inizio (quando dice che lui non la portera’) alle ultime settimane, quando organizza vari eventi con pubblico senza obbligo di mascherina, compresa la Convention repubblicana (piu’ di 3.000 invitati, affollati uno addosso all’altro nel giardino, quasi tutti senza mascherina). 

–      9 / 14 pagine. ARTS&LEISURE. IDEE, PERSONALITA’. Gran parte del fascicolo e’ dedicata al cinema latino-americano, con titolo in prima pagina: Latino-americani sullo schermo e da vicino. Riflettore su 20 films essenziali degli ultimi vent’anni. Fra le molte dichiarazioni di attori e registi, cito quella del regista di Dolores, Pierre Bratt: Ero all’universita’ quando sono andato a vedere un film di un regista sconosciuto: “She is gotta have it” di Spike Lee . Non veder altro che belle facce nere mi ha conquistato e ha cambiato la mia vita. Mi ha permesso di immaginare che anch’io avrei potuto fare dei films dove la gente bianca non era al centro dell’universo”.

–      10 / 31 pagine. BOOK REVIEW, tutto sui libri, recenti e no. Primo in classifica nella saggistica, l’ultimo libro su Trump “ Rage” (Rabbia) del grande Bob Woodward, giornalista stimato per la sua professionalita’ e serieta’, che ha basato il libro solo su interviste dirette col presidente.

–      11 / 54 pagine. THE NEW YORK TIMES MAGAZINE. Gran parte del settimanale e’ dedicata al tentativo di Trump di attaccare le elezioni. La copertina e’ un collage di tutte le sue dichiarazioni in proposito, con al centro un riquadro: L’attacco al voto. Come le false argomentazioni di frode al voto sono usate dai repubblicani per privare gli americani del diritto al voto.

A proposito di...

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter