Cerca

First AmendmentFirst Amendment

Commenti: Vai ai commenti

Comincia la transizione all’amministrazione Biden

Cambio dopo la sconfitta di Trump in Michigan. Yellen al tesoro in un gabinetto pieno di prime nomine

PRIMA PAGINA (TITOLO + COMMENTO)

 

–      Comincia la transizione all’amministrazione Biden. Titolo a tutta pagina e grande fotografia di Biden al tavolo di lavoro con questa didascalia: L’accettazione della vittoria di Biden alle elezioni darà alla sua squadra i fondi per procedere con la transizione. I fondi (6,3 milioni) e lo spazio per gli uffici alla Casa Bianca sono stati formalmente autorizzati dal capo dell’agenzia del governo che si occupa dei servizi amministrativi generali.

–      Yellen al tesoro in un gabinetto pieno di prime nomine. Biden nominerà Yanet L. Yellen ministro del tesoro, la prima volta nella storia che l’incarico è affidato a una donna. Era anche stata la prima donna a capo della banca centrale. Ha annunciato altre nomine: Alejandro Mayorkas, di origine cubana, al ministero dell’interno; AvrilHaines la prima donna ai servizi di sicurezza; John Kerry a un posto nuovo a livello di ministro, responsabile del clima.

–       Cambio dopo la sconfitta di Trump in Michigan. Il governo ha autorizzato la transizione dopo che il Michigan ha certificato Biden come vincitore, un forte segnale che i tentativi di Trump di sovvertire le elezioni stanno arrivando alla fine. Non ha ancora fatto il classico “discorso di concessione”, ma in un messaggio via twitter ha accettato la decisione del capo dei servizi generali di autorizzare l’inizio del processo di transizione, pur dicendo “il nostro caso continua FORTEMENTE, andiamo avanti nelle lotta e io credo che vinceremo”.

–      Una economista capace di abbattere barriere che sa come usare il potere. JanetYellen diventò un’economista quando poche donne erano interessate a una professione dominata da uomini e meno ancora poi avevano successi di carriera. Adesso sta per diventare ministro del tesoro, in un momento in cui l’economia devastata dal covid e la conseguente disoccupazione sono la sfida centrale per il nuovo governo. Anche se non è quell’ultra-progressista che molti liberali speravano di vedere a quel posto, è sempre stata molto attenta alle diseguaglianze e allo stato del mercato del lavoro. Sotto la sua guida, la Banca Centrale seguì una politica di bassi interessi bancari, che portò a un’espansione dell’economia e dell’occupazione senza precedenti, e di lunga durata, fino all’esplosione del coronavirus.

–      La General Motors mette fine alla lotta sul risparmio di carburante, segnalando che lavorerà con Biden. La G.M. ha voltato le spalle alla politica di Trump di annullare le regole californiane sull’efficienza dell’uso di carburante, segnalando che lavorerà con Biden per ridurre le emissioni di gas nocivi al clima da auto e camion e invitando altre compagnie automobilistiche a fare lo stesso.

–      L’ultimo possibile vaccino sembrerebbe più economico e di più facile immagazzinamento. AstraZeneca e l’universita’ di Oxford hanno annunciato che il loro vaccino, economico e facile da produrre e conservare, si è dimostrato efficace, ultimo segnale incoraggiante da una serie di case farmaceutiche. Le prime analisi ne danno un’efficacia fra il 60 e il 90% a seconda di come è amministrato. AstraZenecaha detto che potrà cominciare a distribuirlo quest’anno e che sarà in grado di produrne tre miliardi di dosi l’anno prossimo.   

–      Messaggio della Cina al mondo: facciamo affari secondo le nostre regole. L’Australia si è unita ad altre 14 nazioni asiatiche in un accordo di libero commercio trattato dalla Cina. È una globalizzazione con caratteristiche comuniste: il governo promuove l’apertura del paese al mondo, mentre adotta politiche restrittive e a volte punitive che obbligano gli altri paesi a giocare secondo le sue regole. Un professore dell’Australian National University ha detto: “La Cina vuole quello che altre grandi potenze vogliono: seguire le regole internazionali quando è nel suo interesse, e non rispettarle quando le circostanze lo suggeriscono”.

 

PAGINE INTERNE.

 

–      Una lezione dal Canada. I distretti scolastici nelle province più grandi, così come succede in quasi tutta Europa, hanno trovato che l’insegnamento in aula per gli studenti è più importante dei rischi di contagio.

–      La via d’uscita è in vista. Il primo ministro inglese prevede di poter alleviare le restrizioni basandosi sulle buone notizie della pandemia.

–      Un vaccino? Ma se non trovano neppure quello per l’influenza. Fotografia dalla Protezione Civile del Comune di Milano, con questa didascalia che riassume l’articolo, molto negativo sull’Italia: “ In attesa di essere vaccinati  per l’influenza la settimana scorsa a Milano. Milioni di Italiani non hanno potuto vaccinarsi per scarsità di scorte”.

–      Crollano gli affari nei saloni per le unghie, travolgendo gli immigrati. Hanno perso almeno metà degli introiti. “Non importa quanto lavoro, non guadagno niente”, ha detto un proprietario. I lavoranti che hanno perso lo stipendio sono quasi sempre immigranti.

–      Gli acquisti sono cambiati per sempre. Mentre gli acquisti on line aumentano e i negozi diventano centri solo per passare il tempo, l’industria delle vendite al dettaglio è spinta verso il suo futuro.

–      Un incontro Saudi-Israele? Forse. Da Israele dicono che c’è stato un incontro fra il primo ministro israeliano e il principe della corona Bin Salman. Ma il ministro degli esteri arabo lo nega.

–      La Cina lancia un razzo sulla Luna. È partito ieri con la missione di portare sulla terra rocce lunari.   

Commenta l'Articolo

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter