Cerca

First AmendmentFirst Amendment

Commenti: Vai ai commenti

Il Senato vota di processare Trump sull’insurrezione al Campidoglio

Il caso comincia con un video terrificante della violenza. Il primo processo al Senato era sembrato astratto, il secondo è una viscerale resa dei conti

PRIMA PAGINA

– Il Senato vota di processare Trump sull’insurrezione al Campidoglio. Il caso comincia con un video terrificante della violenza. Con una maggioranza di 56 a 44 il Senato ieri ha votato di procedere contro Trump, respingendo le obiezioni costituzionali della difesa. Oggi si svolge il processo, ma per condannarlo sarà necessaria, per legge, una maggioranza di 67 a 33, che tutti ritengono irraggiungibile e quindi Trump sarà quasi sicuramente assolto. Ma i democratici faranno il possibile per convincere altri senatori a cambiare idea. Il capo dei nove democratici che conducono il processo, Jamie Raskin, ha detto: “Senatori, questo non può essere il nostro futuro. Non possiamo avere un presidente che incita e mette in moto la violenza contro il nostro governo e le nostre istituzioni perché si rifiuta di accettare il volere del popolo”.

– Il primo processo al Senato era sembrato astratto, il secondo è una viscerale resa dei conti. Il video di 13 minuti fatto vedere ieri al Senato dai democratici – un’orda di estremisti che spingono barricate e picchiano i poliziotti, una folla che spacca porte e finestre, una massa di malandrini esaltati che montano forche e urlano “lottiamo per Trump” – quel video rende abbondantemente chiara la differenza fra questo processo e il primo. Quello poteva sembrare basato su un argomento astratto e ristretto, un’interazione dietro le quinte con un lontano paese straniero, l’Ucraina, questo si basa su un’esplosione di violenza che gli Americani hanno visto con i loro occhi e che i senatori, adesso giurati nel processo, hanno sperimentato personalmente quando sono scappati in cerca di salvezza. Ed è una resa dei conti su tutta la presidenza di Trump, sugli aspetti fondamentali che hanno definito i suoi quattro anni: i suoi continui assalti alla verità, i suoi sforzi di creare divisioni nella società, la rottura delle norme finora seguite e infine il il suo tentativo di capovolgere le elezioni.

– Raskin piange mentre fa il quadro della furia dell’assalto. Il suo discorso al Senato sarà ricordato a lungo per i suoi richiami alle emozioni ancora vive dopo l’attacco, il rumore della folla che cercava di abbattere la porta della Camera, i colleghi che chiamavano casa per dire addio. E il giorno prima la famiglia aveva seppellito il figlio Tommy, morto per suicidio. “Il giorno più triste della mia vita”, ha detto. Anche se ci sono stati altri discorsi dei democratici e due interventi (quasi imbarazzanti nella loro povertà e disordine) dei difensori, il discorso di Raskin è rimasto il centro emotivo della giornata.

– Mancanza di ossigeno in Messico. Quando la seconda ondata del virus ha colpito il Messico quest’inverno e la domanda di ossigeno è esplosa, i prezzi sono andati alle stelle ed è esploso anche il mercato nero. Criminali organizzati hanno cominciato a sequestrare camion pieni di bombole o a rubarle a mano armata dagli ospedali. E così un numero crescente di Messicani devono affidare la loro sopravvivenza a improvvisati venditori di ossigeno, a qualunque prezzo. Hanno detto: “Siamo nel mercato della morte. Se non hai i soldi, te ne vai o perdi uno dei tuoi cari”.

– Ladri cercano il tesoro nascosto nella tua macchina. Si diffonde il furto del convertitore catalitico dalle macchine, a causa del suo contenuto di due metalli diventati molto cari: il rodio e il palladio. Regole restrittive nelle emissioni di gas dalle auto, hanno fatto aumentare la richiesta dei due metalli e di conseguenza il loro prezzo: da 500 dollari per un terzo di chilo a 2.500. 

 

PAGINE INTERNE

– Niente vacanza per il virus. Molte università speravano, alla riapertura dopo le feste, di evitare i problemi della pandemia che avevano avuto in autunno. Poi sono arrivati gli studenti e le varianti.  

– Resistenza in Myanmar. Nonostante le minacce dei militari, i dimostranti sono rimasti nelle strade a protestare contro il colpo di stato.

– Idee “importate” dànno fastidio ai Francesi. Gli intellettuali dicono che le teorie sociali dagli Stati Uniti su razza e genere sono una minaccia all’identità francese.

– Sparatoria in clinica. Un sospetto è stato arrestato dopo che un paziente era stato ammazzato e quattro feriti in una clinica di Minneapolis.

– Cambio nel mercato immobiliare. Le chiusure per pandemia a Londra hanno alterato l’equilibrio fra padroni di casa e inquilini prima di una revisione delle leggi sugli affitti.

– L’impopolare gioco di potere di Renzi eleva il governo. Quando Renzi, ex-primo ministro, con scarsa popolarità oggi, ha provocato la caduta del governo, è stato criticato da molti e accusato di aver fatto cadere l’Italia nel caos in mezzo alla pandemia. Ma adesso canta vittoria. L’incarico di Primo Ministro è stato affidato a Mario Draghi, da tutti considerato un “titano” per aver a suo tempo salvato l’euro e certamente molto più competente e affidabile del ministro caduto, Giuseppe Conte. 

– Incontra il tuo nuovo amico frizzante. Il prosecco rosè, approvato dall’Italia, arriva in America. Articolo molto positivo, con foto di cinque bottiglie e tutti i dettagli tecnici del nuovo arrivato.     

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter