Cerca

First AmendmentFirst Amendment

Commenti: Vai ai commenti

Trump assolto dopo un acceso processo

Immagini di brutalità da libri di storia. Disprezzare Donald Trump è stata una passione, una droga, un'ossessione

Il NYT della domenica è fatto di diversi fascicoli, ognuno col suo titolo. Eccoli qui sotto, con una notizia ciascuno tratta dalla rispettiva prima pagina.

– 1 / 32 pagine. THE NEW YORK TIMES. Trump assolto dopo un acceso processo. Immagini di brutalità da libri di storia. Secondo la Costituzione, sarebbero stati necessari 67 voti di condanna da parte dei senatori. Ce ne sono stati solo 57 (i 50 democratici e 7 repubblicani anti-Trump) e quindi, per la seconda volta, assolto. Ma se non ad altro, il processo ha servito almeno a un proposito: ha messo insieme il racconto più completo, particolareggiato e terrificante a tutt’oggi dell’attacco al Parlamento, facendo luce sulla più grande esplosione di violenza della storia in Campidoglio.

– 2 / 10 pagine. AT HOME. La prima pagina è interamente occupata da quattro disegni di pupazzi di neve che ti insegnano a come metterti la mascherina, con a fondo pagina il titolo: Teniamo sani e salvi i nostri amici.

– 3 / 8 pagine. REAL ESTATE. Una faccia reimmaginata aspetta di riunirsi al corpo nel Bronx. Il restauro di una statua, quella di Louis Heintz, un famoso politico dei primi del ‘900 oggi del tutto sconosciuto, va avanti senza nessun documento, fotografia o memoria del suo viso originale.

– 4 / 10 pagine. METROPOLITAN. Titolo al fondo della pagina (la parte superiore è occupata da riproduzioni di vecchia pubblicità di case): Il grande pasticcio degli indirizzi di Brooklyn. La soluzione che ha disseminato ancor più confusione. Un progetto di cambiare i numeri di tutti gli edifici e dare nomi diversi alle strade 150 anni fa, si è rivelato un disastro. 

– 5 / 116 pagine. FOR THOSE WHO’VE ARRIVED (per quelli che sono arrivati). Un fascicolo speciale fatto solo di avvisi pubblicitari – per 116 pagine! – degli immobili in vendita dalla Sotheby’s International.

– 6 / 12 pagine. SUNDAY STYLES. Parlare di sesso, ma con sincerità. Con una classe, un programma radio e un podcast, è Emily Morse la dr. Ruth della nuova generazione?  Emily Morse è una giovane bella donna che sta avendo grande successo, soprattutto a causa del covid che costringe la gente a stare in casa e a domandarsi cosa fare tutto il giorno, con i suoi corsi molto espliciti, ma mai pornografici, sul sesso. 

– 7 / 10 pagine. SUNDAY BUSINESS. Quale reddito non viene dal governo. Non potendo ottenere risposte dallo stato e dalle agenzie federali, molti Americani si rivolgono al foro dell’on -line.

– 8 / 23 pagine. BOOK REVIEW, tutto sui libri. Recensioni, ritratti di autori, classifiche. Una lunga intervista con Bill Gates che ha appena pubblicato il libro “How to avoid a climate disaster” (“Come evitare un disastro climatico”). Nella classifica della saggistica, le memorie di Obama sono passate, dopo 10 settimane in testa, al secondo posto. 

– 9 / 10 pagine. SUNDAY REVIEW. La prima pagina è occupata da un disegno/foto della faccia di Trump coperta di freccette. Titolo e sottotitolo che spiegano bene il contenuto: È questa la fine del grande odio? Disprezzare Donald Trump è stata una passione, una droga, un’ossessione. Facciamo sì che il processo per l’impeachment sia l’ultima volta che ne parliamo.

– 10 / 12 pagine. ARTS&LEISURE. Tutto sulle arti. L’intera prima pagina è occupata dalla fotografia del coreano Alan Yang, che sta diventando un regista importante di Hollywood, con questi titolo e sottotitolo: I registi asiatici girano le camere verso se stessi. Discutono di rimanere fedeli alla loro visione anche mentre navigano attraverso Hollywood e problemi di identità.

– 11 / 47 pagine. THE NEW YORK TIMES MAGAZINE. Titolo di copertina: Se le scuole sono aperte. Molte pagine all’interno sul problema della scuola nelle aule o per video da casa. E su tutti i problemi conseguenti, per alunni, loro genitori e loro insegnanti. Si cita come molto positivo il caso dell stato del Rhode Island dove la governatrice ha considerato come sua prima priorità quella di mantenere le scuole aperte, seppur con tutte le precauzioni per evitare il contagio.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter