Cerca

First AmendmentFirst Amendment

Commenti: Vai ai commenti

La visione dei democratici per l’aiuto: dalla culla alla tomba

Se il partito vuole far passare la sua legge da 3,5 trilioni, ha bisogno di ogni voto di cui dispone in Parlamento

PRIMA PAGINA

– La visione dei democratici per l’aiuto: dalla culla alla tomba. Se il partito vuole far passare la sua legge da 3,5 trilioni, ha bisogno di ogni voto di cui dispone in Parlamento. Il passaggio della legge, che prevede una spesa di 3,5 trilioni nei prossimi 10 anni, è tutt’altro che certo. Biden, che ha legato il successo della sua politica interna al passaggio della legge, avrà bisogno di ogni voto democratico in Senato e praticamente di tutti quelli della Camera. Ma con almeno due senatori democratici, Joe Manchin e Kristen Sinema contrari, è possibile una profonda divisione del partito democratico come non si è vista dai tempi della legislazione sulla sanità di Obama.

– La Suprema Corte offre un certo sollievo a Biden sull’aumento degli immigranti.  La rinascita della politica di Trump mette quelli che cercano l’asilo in un limbo in Messico. Appena nominato, Biden cancellò le regole di Trump (da lui definite “inumane’) che obbligavano gli immigranti ad aspettare in Messico le decisioni delle autorità americane sull’asilo. Ne era conseguita un’ondata migratoria senza precedenti. La Suprema Corte ha rimesso in vita la politica di Trump. E molti collaboratori di Biden lo considerano un sollievo, che può consentire di ristudiare la situazione e arrivare a leggi più umane ma anche più gestibili nella pratica.

– Xi guarda ai più ricchi per costruire una classe media. Dice che il partito comunista cercherà una “comune prosperità” facendo pressioni sugli uomini d’affari e gli imprenditori per ridurre l’ostinato abisso di differenza fra ricchi e poveri che può frenare la crescita del paese ed erodere la fiducia nelle autorità pubbliche. Un professore  di economia dell’Università di pechino ha detto: “La Cina è uno dei peggiori paesi al mondo in termini di distribuzione della ricchezza, pur essendo un paese socialista. La spesa pubblica è sproporzionatamente concentrata nelle città, nelle scuole di élite e così via”.

– Nervi tesi per gli insegnanti dei ragazzi senza maschera. La Georgia non richiede agli studenti di essere vaccinati o di indossare la mascherina. E mentre tutte le Università e scuole stanno riaprendo dopo quasi due anni di insegnamento remoto, i professori trovano l’insegnamento un’esperienza che spezza i nervi. In molti stati, quasi tutti repubblicani, come la Georgia, Florida e Texas, la vaccinazione non è obbligatoria e l’uso delle mascherine è solo raccomandato.

– Michael K. WIlliams (1966 – 2021). Necrologio con fotografia dell’attore diventato famoso con la serie WIRE in HBO.

PAGINE INTERNE

– Un magnetico attore francese. Jean Paul Belmondo era stato paragonato a Humphrey Bogart, Marlon Brando e James Dean. Si è spento a 88 anni.

– Autore di romanzi d’amore. Stephen Vizinczey, reso famoso dal romanzo “In praise of older women” (“Donna è meraviglia”) trattava il sesso in modo molto franco. Si è spento a 88 anni.

– Devastazione in un posto fragile. L’uragano Ida ha devastato Grand Isle, Louisiana, una piccola isola costiera già minacciata dall’aumento del livello del mare. 

– Evacuazione miracolosa in Korea. I sopravvissuti ricordano come i militari americani avevano evacuato 91.000 coreani via ferry da un porto della Nord Korea nel 1950.  

– Clinton – Lewinsky. La miniserie “Impeachment” vede lo scandalo attraverso gli occhi delle donne.

– Cronaca del ritorno di Nania. Test con il DNA e un po’ di fortuna sono stati sufficienti a riunire un elefante di 4 anni con la sua famiglia in Burkina Faso. 

– Cause giudiziarie per le etichette dei cibi. Gruppi di attivisti attaccano quello che dicono essere un aumento di un marketing ingannevole da parte dei giganti dell’industria. 

A proposito di...

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter