Cerca

First AmendmentFirst Amendment

Commenti: Vai ai commenti

La crisi della sanità pubblica cresce, con sfiducia e minacce

Nuove leggi locali tolgono ai funzionari ufficiali il potere di combattere la diffusione del virus. Bloccando il piano sul clima, Manchin a rischio

(TITOLO+COMMENTO)

 

PRIMA PAGINA

– La crisi della sanità pubblica cresce, con sfiducia e minacce. Nuove leggi locali tolgono ai funzionari ufficiali il potere di combattere la diffusione del virus. I dipartimenti della sanità pubblica locali e statali in tutto il paese stanno affrontando non solo il furore pubblico ma dimissioni del personale, incendi e una significativa erosione della loro autorità di imporre le regole di salute che erano fondamentali all’inizio della pandemia. Mentre il coronavirus ha ammazzato più di 700.000 cittadini negli ultimi due anni, una vittima meno visibile ma altrettanto importante è il sistema di sanità pubblica. Da sempre con scarsi fondi e trascurato, si trova oggi – come ha rivelato il New York Times – meno equipaggiato ad affrontare un’epidemia che prima della pandemia.  

– Il dibattito valuta il prezzo della grande legge contro il non agire. Mentre i Parlamentari dibattono le proposte legislative contenute nell’ambiziosa agenda di Biden, in realtà discutono di qualcosa più semplice: la sua abbordabilità. Può un paese già in profondo deficit affrontare il livello di spesa proposto da Biden? O, al contrario, può permettersi di aspettare ad affrontare grandi problemi sociali, ambientali ed economici che diventeranno più cari col passare del tempo? 

– Bloccando il piano sul clima con il proprio stato a rischio. Manchin protegge l’economia del carbone mentre le inondazioni devastano il suo stato. Joe Manchin, senatore democratico della West Virginia, si oppone a qualunque legislazione che intacchi la produzione di carbone del suo stato, produzione e uso che riscaldano e umidificano l’atmosfera causando forti piogge e conseguenti inondazioni. Ma per difendere i ricchi produttori di carbone, Manchin è irremovibile, anche se sa che il suo voto al senato contro il piano sul clima di Biden sarebbe necessario per l’approvazione dell’intero progetto di Biden. Con grande fotografia di una parte della West Virginia inondata. 

– Non chiamatela guerra fredda: gli Stati Uniti lavorano per trovare un nome alla rivalità con la Cina. Il problema se la situazione con la Cina è guerra fredda o qualcosa di differente sta giusto giusto sotto l’aumento delle tensioni, la concorrenza tecnologica sulla strategia economica e le manovre militari, in terra, in acqua, sott’acqua e nello spazio. Nonostante le molte similitudini con una guerra fredda, Biden e i suoi collaboratori insistono che non lo è e che le due superpotenze possono cooperare nella difesa del clima e nel controllo delle armi nucleari nordcoreane, pur facendosi concorrenza nella tecnologia e altri campi.

– L’influsso asiatico trasforma un angolo di New York. Malgrado la diffusa tendenza a credere in una forma di razzismo contro gli asiatici Long Island City (parte del Queens lungo il fiume), quartiere ad alta maggioranza asiatica, sta fiorendo di attività di ogni genere senza alcuna tensione di razza. E in tutto il paese comunque la comunità di origine asiatica è quella che sta crescendo più in fretta e con i migliori risultati sia fra i giovani studenti sia fra gli adulti sui lavori in proprio.

– Le bande di gangsters  si impadroniscono di Haiti, con “un nuovo livello di orrore”. Rapiti 17 membri di un gruppo americano in visita. Bambini che vanno a scuola, venditori ambulanti, preti che fanno la predica, nessuno è sicuro ad Haiti, ma il rapimento di 17 americani membri di un gruppo missionario ha scosso tutti. Dopo tre giorni sono ancora sequestrati e non si è sentito dalle autorità locali o americane che cosa intendano fare per liberarli.

 

PAGINE INTERNE

– Diversità in Parlamento. I collaboratori neri dei Parlamentari si lamentano di stipendi bassi, un alto costo della vita e una cultura isolata come ostacoli a costruirsi una carriera in Parlamento.

– L’insistenza di Trump nel 2020. Molti repubblicani temono che l’ossessione di Trump con le false dichiarazioni sulle elezioni possa essere un problema nei voti nel 2022. 

– Omicidi con l’arco. La polizia in Norvegia che inizialmente aveva parlato di estremismo islamico, adesso dice che l’attentatore armato di arco e frecce, responsabile di 5 omicidi, era un malato di mente.

– Lago diventato “una zuppa verde”. Centinaia di pesci morti sono apparsi nelle acque cristalline di un corso d’acqua in Spagna soffocati dalle alghe.

– Crescita di una compagnia. Roblox ha lezioni da dare ad altre compagnie di internet dedicate ad attrarre e  proteggere i giovani, anche se il suo pubblico sta invecchiando.

– Sostenibilità e oltre. Alcuni analisti dicono di non essere in grado di determinare se i cibi basati sulle piante siano meglio per l’ambiente che la carne.

 

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter