Cerca

PoliticaPolitica

Commenti: Vai ai commenti

Il duello a distanza tra Trump e Biden prima dello scontro finale non serve al presidente

La nuova eroina Savanna Guthrie, della NBC, gela Donald Trump: "Lei è il presidente, non uno zio pazzo qualunque". Joe Biden ne esce indenne

Il presidente Donald Trump a destra e lo sfidante Joe Biden, si sfidano a quello che a preso il posto del duello virtuale di giovedì 15 ottobre.

Joe Biden ha respinto l’assalto di Donald Trump giovedì sera, in quello che ha preso il posto del dibattito presidenziale originariamente programmato per la stessa notte e da cui Trump si è ritirato quando il dibattito è passato in forma virtuale.

Trump ha voluto “costruirsene” uno all’ultimo momento, virtuale e parallelo, alla stessa ora di quello programmato, ma su una rete televisiva diversa, quella della Nbc. Ma a Miami, la conduttrice del dibattito, Savanna Guthrie, host di Today, talkshow della Nbc, non gli ha fatto sconti e gli ha spiaccicato davanti le false affermazioni, punzecchiandolo per 20 minuti con domande sottile e scomode, con follow-up e verifiche dei fatti. Donald Trump con la sua carismatica spavalderia, si è trovato in difficoltà di fronte alle domande sulla gestione della pandemia, sulla minaccia dell’estremismo di destra e sulle dichiarazioni fiscali mai pubblicate dal presidente.

Mentre, contemporanemante, George Stephanopoulos, alla Abc, a Filadelfia, ha riservato un altro trattamento allo sfidante Joe Biden, che ha potuto presentare le sue posizioni senza essere interrotto e contestato, e senza fare gaffe.

A Miami, nessuno ha portato la mascherina al talkshow; a Filadelfia, invece, Biden e Stephanopoulos l’hanno indossata, prima di cominciare a parlare.

La prima domanda della conduttrice: “Quando è risultato negativo l’ultima volta al test anti-Covid prima del primo dibattito con Biden?”. Trump, già in difficoltà ha risposto: “non ricordo, forse il giorno prima”, poi ha aggiunto “comunque io sono il presidente, devo incontrare la gente e non posso restare chiuso in un seminterrato”. Mentre lo sfidante Joe Biden lo ha accusato di non fare niente per contenere la diffusione dei contagi, definendolo un’irresponsabile, ma il presidente ha risposto che anche “l’85% delle persone che indossano la mascherina si becca il coronavirus”.

Donald Trump si è poi rifiutato di condannare esplicitamente il suprematismo bianco e il movimento cospirazionista, e su QAnon ha affermato: “non li conosco, non so niente di loro”, ma Guthrie gli ha ricordato come, su Twitter, abbia spesso ri-twittato le loro teorie del complotto.

“Lei è il presidente, non uno zio pazzo qualunque”, lo ha strigliato la conduttrice della Nbc. Sulle dichiarazioni dei redditi mai pubblicate, Trump ha ribadito: “I numeri usciti sono sbagliati… E comunque il fisco mi ha trattato molto male”, ma senza non ha comunque smentito di avere pagato solamente 750 dollari l’anno nel 2016 e nel 2017.

Infine la domanda sulle elezioni. Ad entrambi viene chiesto, “E se perdesse?”. La risposta di Donald Trump: “Accetto il risultato, se è stato tutto regolare e non ci sono stati imbrogli”. “Vorrà dire che non sono stato un buon candidato”, ha invece riconosciuto il democratico Joe Biden.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter