Cerca

PoliticaPolitica

Commenti: Vai ai commenti

A Washington per lavoro, mi ritrovo di colpo in albergo circondato da trumpisti

La testimonianza del pittore-restauratore Flavio Bragaloni da un Hotel della capitale riempito di sostenitori di Trump alla vigilia della manifestazione

di Flavio Bragaloni

Flavio Bragaloni con il supporter di Trump

Washington 5 Gennaio 2021: mi trovo in trasferta a Washington DC per un lavoro da lunedì, oggi al mio ritorno in hotel sono rimasto sbalordito per quanti Trump supporters sono arrivati per la manifestazione che si terrà domani dalle ore 9am.

Per tutto il pomeriggio di martedì, moltissime persone contro il freddo e molte prive di mascherina sono arrivate nel centro di Washington per quella che vedono come un’ultima resistenza per Trump, che intanto ha continuato ad affermare falsamente che le elezioni gli erano state rubate.

L’arrivo dei trumpisti in un albergo di Washington

Mi son fatto la foto con dei suoi sostenitori che hanno viaggiato per 900 miglia per arrivare a Washington e che ora si trovano nel mio stesso hotel.

L’albergo dove mi trovo ha 355 camere e credo che ormai siano tutte occupate come molti hotel in DC. Un signore con il cappellino “Trump, Make America Great Again”,  si dimostra gentile e consente di farsi la foto con me, dopo avermi spacciato probabilmente per un sostenitore di Trump. Alla fine mi dice: domani saremo in tanti…

Il sindaco ha richiesto l’aiuto del National Guard per la dimostrazione e il Pentagono ha accettato. Spero che non ci siano incidenti domani.

Io sono arrivato in aereo, ma se avessi avuto la macchina, non sarei rimasto nel mio Hotel, me ne sarei andato fuori da Washington DC questa sera, il più lontano possibile.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter