Cerca

PoliticaPolitica

Commenti: Vai ai commenti

Addio a Harry Reid: icona del Congresso e storico leader dei Democratici

Aveva 82 anni e da 4 lottava contro un cancro al pancreas. Con un passato da pugile e avvocato, il senatore si è spento nella sua casa di Henderson

Harry Reid e Barack Obama - wikimedia

Era il membro più longevo del Congresso del Nevada. Un “democratico conservatore”, come amava definirsi.  È morto Harry Reid, ex leader della maggioranza al Senato degli Stati Uniti: aveva 82 anni.

Reid è morto martedì, “in pace” e circondato da amici nella casa della periferia di Henderson. Per quattro anni ha combattuto una coraggiosa battaglia contro il cancro al pancreas, rivelata dai membri più stretti della famiglia e dalla moglie Landra, sua compagna di viaggio per 62 anni.

Harry Reid – wikimedia

“Harry era un devoto padre di famiglia – ha detto Landra – e oltre ad essere un marito, è stato per me un amico profondamente leale. Apprezziamo molto il grande sostegno che in questi ultimi anni abbiamo ricevuto da parte di così tante persone. Siamo particolarmente grati ai medici e agli infermieri che si sono presi cura di lui”.

Reid nella vita non si è fatto mancare nulla. Partito come pugile, è diventato avvocato, finendo poi ad essere riconosciuto al Congresso come uno degli affaristi più abili in circolazione. Lo stesso Congresso sempre più polarizzato che Reid, con quella sua posizione a metà strada, ha spesso fatto irritare.  “Preferirei ballare che combattere – era il suo motto – ma io sono capace di combattere”.

Per 34 lunghi anni è stato a Washington, dove ha lavorato dietro le quinte mantenendo il controllo del suo partito al Senato durante le presidenze di George W. Bush e Barack Obama.

Harry Reid e Barack Obama – wikimedia

“Se Harry diceva che avrebbe fatto qualcosa, l’avrebbe fatta davvero”, ha commentato Joe Biden  dopo la morte di quello che per lui è stato un collega di lunga data. “Quando ti dava la sua parola, potevi contarci. È così che ha lavorato per decenni e per il bene del Paese”.

Reid ha lasciato la politica nel 2016, dopo che un incidente lo ha reso cieco da un occhio, e nel maggio 2018 ha rivelato di essere stato colpito da un cancro al pancreas.

Rory Reid – wikimedia

Meno di due settimane fa, i primi presagi della fine. Uno dei suoi figli, Rory, insieme ad alcuni funzionari ha deciso di rinominare l’affollato aeroporto di Las Vegas come Aeroporto Internazionale Harry Reid. Rory ha seguito le orme del padre e, oltre ad avere rivestito il ruolo di ex presidente della Commissione della contea di Clark, è ora candidato governatore democratico del Nevada.

Harry aveva uno stile brusco, riconosciuto da tutti. Uno dei suoi tratti distintivi? Riagganciare al telefono senza nemmeno salutare. “Lo faceva anche quando ero Presidente”, ha ricordato Obama.

Nato a Searchlight, in Nevada, da un padre alcolizzato che si è suicidato a 58 anni e da una madre che di mestiere faceva la lavandaia in un bordello, Reid è cresciuto in una piccola capanna senza tubature e ha imparato a nuotare con altri bambini nella piscina di un locale per prostitute.

Per arrivare a scuola, la Basic High School di Henderson in Nevada che si trovava a oltre sessanta chilometri da casa, faceva l’autostop. Lì ha incontrato l’amore di una vita, la moglie Landra Gould, che sposato nel 1959.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter