Cerca

Primo Piano

"Tito e gli alieni": l’antidoto di Paola Randi al dolore e all’alienazione

Dopo una lunga e travagliata produzione, la passione e la caparbietà di Paola Randi sono state premiate. Con Tito e gli alieni, la regista ha sfidato tutti i limiti e ha vinto tutte le difficoltà produttive di un film italiano di genere fantascientifico ambientato in America, nel deserto del Nevada. Un progetto ambizioso, di respiro universale ma che parte da un’ispirazione molto privata e personale. Ce ne parla in questa intervista esclusiva: "Forse siamo tutti degli alieni, siamo sempre alieni per qualcuno, dipende dal punto di vista”

di Tommaso Cartia

Ciao Antonio, chissà quante cose avresti ancora potuto raccontarci

Oggi leggo che l'Ordine dei giornalisti conferirà ad Antonio Megalizzi un tesserino postumo. E mi fa ridere, riconoscere un talento solo quando finisce in prima pagina, ma non per quel talento che proprio l'Ordine dovrebbe scoprire, tutelare e proteggere. C'è una generazione di giovani giornalisti disillusi e per questo più tenaci che non ha paura di nulla, sanno solo di avere una missione ben chiara in testa, e se il sogno di fare il corrispondente estero è impalpabile come zucchero a velo sul pandoro, sanno anche che nulla è più dolce di una carriera che ti costruisci da solo, sulle tue gambe, fino in fondo

di Lara Lago

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter