Cerca

Primo PianoPrimo Piano

Commenti: Vai ai commenti

Coronavirus, Cuomo: La città di New York pronta alla Fase 2 della riapertura da lunedì

Dalla prossima settimana potrebbero tornare a lavoro a capienza ridotta uffici, agenzie immobiliari, negozi, barbieri e ristoranti all'aperto

Ad oltre tre mesi e mezzo dal primo caso di coronavirus, la città di New York potrebbe essere pronta ad avviare la Fase 2 della riapertura e a ripartire con ristoranti all’aperto, uffici, agenzie immobiliari, barbieri, parrucchieri e negozi già dal prossimo lunedì.

Ad annunciarlo è il governatore Andrew Cuomo, che mercoledì mattina ha ricordato alla stampa e al pubblico le linee guida del piano statale per il graduale ritorno alla normalità dopo la “pausa” imposta dalla pandemia.

Le attività che rialzeranno le serrande dal 22 giugno dovranno rispettare i protocolli sul distanziamento sociale e sulla disinfezione degli ambienti e mantenere una capienza del 50% di impiegati e di clienti.

Sono passate quasi due settimane dall’implementazione della Fase 1 (agricoltura, pesca, manifattura, edilizia, consegne all’esterno per negozi) nella Grande Mela, l’ultima delle dieci regioni dell’Empire State ad aver soddisfatto i sette parametri di Albany sul numero di contagi, di vittime, di tracciatori di contatti e di letti disponibili in ospedale e in terapia intensiva.

L’attenzione delle autorità statali è puntata adesso sulla percentuale di test positivi, che martedì ha raggiunto il minimo storico di 0.96% su quasi 60mila tamponi effettuati.

Cuomo ha infine dichiarato che venerdì sarà anche l’ultimo giorno per le sue conferenze stampa a cadenza giornaliera.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter