Cerca

Primo PianoPrimo Piano

Commenti: Vai ai commenti

AOC rivela trauma per assalto sessuale paragonandolo a quello di Capitol Hill

La deputata di NY Alexandria Ocasio-Cortez su Instagram ricorda le violenze del 6 gennaio: "Quando i repubblicani dicono dimentica, sono come chi ti abusa"

Una immagine della diretta di Alexandria Ocasio-Cortez su Instagram

Intero video sotto

Lunedì sera, la Congresswoman Alexandra Ocasio-Cortez, in un’emozionante diretta video su instagram, in cui ad un certo punto non riusciva più a trattenere le lacrime, ha per un’ora ricordato gli eventi del 6 gennaio e i pericoli mortali corsi da lei e i suoi colleghi. La deputata di New York ha anche rivelato il suo trauma da sopravvissuta di un assalto sessuale, che ora rivive con lo shock del 6 gennaio. “Quando i repubblicani ti dicono di dimenticare e andare avanti come se il 6 gennaio non fosse successo nulla, sono come coloro che commettono gli abusi sessuali e poi dicono lo stesso, dimentica e vai avanti”, ha detto visibilmente scossa Ocasio-Cortez.

Nel suo racconto la deputata ricorda come scappava da un ufficio all’altro in cerca di rifugio dai manifestanti che gridavano il suo nome. Aveva capito che se l’avessero raggiunta, l’avrebbero uccisa, ed infatti, ha afferrato che ad un certo punto, aveva creduto che quel giorno sarebbe morta. Ha riferito del suo terrore per l’ambiguità di un poliziotto del Capitol che nel dirle di allontanarsi dal suo ufficio per raggiungere un’altra zona, si comportava in un modo sospettoso, guardandola con una certa aggressività, tanto che lei non riusciva a capire se in effetti quel poliziotto fosse lì per proteggerla o per farle del male. A quanto pare AOC non è ancora sicura delle intenzioni di alcune forze dell’ordine, così come di alcuni suoi colleghi repubblicani, che ha definito suprematisti bianchi.

Rep. Alexandria Ocasio-Cortez (Illustrazione di Antonella Martino)

Nel suo racconto AOC ha accusato più volte alcuni senatori repubblicani, soprattuto il senatore Ted Cruz, sostenendo che dovrebbero dimettersi oppure esser espulsi dal Congresso, in quanto non si sono ancora scusati per l’aver mantenuto quella falsa accusa che le elezioni fossero state truccate contro Trump, e che Biden, quindi, non sarebbe stato legalmente eletto. Per AOC questo atteggiamento è tipico di coloro che intendono continuare con il loro comportamento, e che quindi sarebbero pronti a provocare nuovamente quello che è già successo il 6 gennaio scorso. Nel far finta di nulla, come se tutto fosse normale, AOC rivede lo stesso atteggiamento di chi abusò di lei sessualmente.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alexandria Ocasio-Cortez (@aoc)

 

Con queste parole Ocasio-Cortez ha accusato i repubblicani:

The reason I’m getting emotional in this moment is because these folks who tell us to move on, that it’s not a big deal, that we should forget what’s happened, or even telling us to apologize, these are the same tactics of abusers, and I am a survivor of sexual assault and I haven’t told many people that in my life.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter