Cerca

Primo PianoPrimo Piano

Commenti: Vai ai commenti

Strage nella Silicon Valley: 9 morti e numerosi feriti

Il killer, Sam Cassidy, di 50 anni, ha ucciso i suoi colleghi di lavoro e poi si è tolto la vita

Nuova strage in California nella Silicon Valley. Un uomo di 50 anni, Sam Cassidy, ha aperto il fuoco durante una riunione sindacale nel deposito delle ferrovie di San Josè nella contea di Santa Clarita uccidendo 8 persone e poi togliendosi la vita con la stessa arma. Numerosi anche i feriti.  Le persone colpite dai proiettili erano tutte impiegate alla Valley Transportation Authority, la società di trasporti locale che gestisce tre linee di ferrovia leggera e 70 linee di autobus regionali.

Erano da poco passate le sette del mattino quando si è scatenato l’inferno. Per ora non si sa cosa abbia spinto Sam Cassidy ad uccidere e ferire i suoi compagni di lavoro e a suicidarsi. All’interno della sua abitazione è stato rinvenuto un vero e proprio arsenale, con molte armi da fuoco e cassette di munizioni.
La regione di San Josè, capitale economica e politica della Silicon Valley con la più alta concentrazione di milionari e miliardari degli Stati Uniti, è sconvolta. La Vta, ogni giorno trasporta una enorme massa di pendolari che dall’area metropolitana si sposta per andare a lavorare nelle migliaia di aziende hitech della regione. Molte sono le Big Tech che hanno mantenuto il loro quartier generale proprio nell’area di San Josè, come Cisco Systems, eBay, Hewlett Packard Enterprise, PayPal e Samsung.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter