Cerca

Primo PianoPrimo Piano

Commenti: Vai ai commenti

A “early November” riaprono i confini USA via terra a Canada e Messico

Se per salire a bordo di un volo per gli USA è richiesto anche un test Covid-19 negativo, per i viaggi terrestri sarà sufficiente mostrare la prova di vaccinazione

Donna in attesa in aeroporto

È confermato. Gli Stati Uniti riapriranno le frontiere a novembre. Tutti i viaggiatori internazionali non solo potranno raggiungere il suolo americano via aerea, ma anche via terra, a patto che siano completamente vaccinati contro il coronavirus. Dalla Casa Bianca è arrivata martedì la comunicazione ufficiale che dopo 19 mesi sblocca le frontiere terrestri a Canada e Messico.

Ma se per salire a bordo di un volo per gli USA è richiesto anche un test Covid-19 negativo, per i viaggia via terra, sarà sufficiente mostrare la prova di vaccinazione alla dogana.

Il Centers for Disease Control and Prevention ha fatto sapere che gli Stati Uniti accetteranno tutti i sieri approvati per l’uso di emergenza dall’Organizzazione mondiale della Sanità, compreso quindi AstraZeneca. Tuttavia, il CDC sta ancora lavorando per formalizzare le procedure di ammissione.

A meno di tre settimane dalla riapertura, la data precisa è ancora sconosciuta. Ma è certo che i viaggi riprenderanno a “early November”.

 

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter