Cerca

OnuOnu

Commenti: Vai ai commenti

Antonio Guterres ricorda i caduti della Seconda Guerra Mondiale e lancia l’allarme

Per il Segretario Generale delle Nazioni Unite durante la corrente crisi Covid-19, "vediamo emergere nuovi tentativi di dividere popoli e di spargere odio"

di Antonio Guterres

Moscow, USSR. May 9, 1945. Fireworks on Red Square in honour of the end of WW2 (TASS News Agency/Nikolai Sitnikov)

Il Messaggio del Segretario Generale delle Nazioni Unite in occasione dei giorni del ricordo e della riconcializione per quanti hanno perso la vita durante WWII

New York, 8-9 Maggio 2020

In questi giorni di ricordo e di riconciliazione, rendiamo omaggio ai milioni di persone che hanno perso le loro vite nella Seconda Guerra Mondiale, e ricordiamo i loro sacrifici.

Non dobbiamo mai dimenticare l’Olocausto e gli altri gravi e tremendi crimini commessi dai Nazisti.

La vittoria sul fascismo e la tirannia nel Maggio 1945 ha marcato il principio di una nuova era.

Un apprezzamento per la solidarietà internazionale e per la nostra condivisa umanità hanno portato alla nascita delle Nazioni Unite, alle quali è  stata confidata la missione prioritaria di salvare future generazioni dal flagello della guerra.

Il nostro mondo soffre ancora dall’impatto di conflitti. Incluso durante la corrente crisi COVID-19, vediamo emergere nuovi tentativi di dividere popoli e di spargere odio.

Nel ricordare questo 75mo anniversario, ricordiamo le lezioni del 1945 e lavoriamo tutti uniti per por fine alla pandemia e di creare un futuro di pace, sicurezza e dignità per tutti.

Traduzione dall’inglese di Salvatore Rotella

 

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter