Cerca

OnuOnu

Commenti: Vai ai commenti

Greta Thunberg dona 100.000 euro all’Oms per i vaccini ai Paesi più poveri

La donazione va al programma Covax poi lancia l'avvertimento: "Non possiamo più separare la crisi sanitaria dalla crisi climatica"

Greta Thunberg, la giovane attivista svedese per il clima ha donato 100.000 euro al programma Covax per aumentare l’accesso globale ai vaccini contro Covid-19. Lo ha annunciato lunedì l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Circa una persona su quattro nei Paesi ad alto reddito ha ricevuto il vaccino anti-Covid. Soltanto uno su 500 nei Paesi poveri” ha scritto sul suo profilo twitter denunciando la “tragedia” sulla distribuzione equa di questi farmaci. Per l’adolescente svedese è “completamente immorale” ha affermato durante la conferenza stampa. “Oggi parliamo di mostrare solidarietà, eppure il nazionalismo del vaccino è ciò che ne gestisce la distribuzione. È solo quando si arriva davvero a questo che mostriamo il nostro vero volto”.

Sottolineando i legami tra la pandemia e l’emergenza climatica, Greta Thunberg ha affermato che “la scienza dimostra che in futuro, molto probabilmente sperimenteremo pandemie più frequenti e più devastanti a meno che non cambieremo drasticamente i modi in cui trattiamo la natura”. “Non possiamo più separare la crisi sanitaria dalla crisi ecologica e non possiamo separare la crisi ecologica dalla crisi climatica. È tutto collegato“.

 

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter