Cerca

EXPATEXPAT

Commenti: Vai ai commenti

Giovani e problemi razziali: discussione tra un’italoamericana e un afroamericano

Mesi prima dell'omicidio di George Floyd, una studentessa del Purchase College aveva un ultimo compito per laurearsi: un'intervista su Black Lives Matter

di Siena Vaccara e Donyae McCray

Siena Vaccara e Donyae McCray a Brooklyn (Foto VNY)

"Ecco il problema di Black Lives Matter. Penso che le persone abbiano un'idea sbagliata di cosa sia effettivamente il movimento. Chiariamo le cose. Quando abbiamo creato questo movimento non stavamo dicendo che le altre razze non esistono. Non stavamo dicendo che non ci interessano i bianchi, gli asiatici, i latini. Non stavamo dicendo che odiamo gli altri. Come nella canzone di Macklemore "White Privilege", se hai chiamato i vigili del fuoco per un isolato che ha sei case, ma solo una di loro è in fiamme, i vigili del fuoco si occuperanno solo di quella casa, e non di tutte le altre che invece sono intatte..." (Registrazione audio all'interno)

In English

Disuguaglianze razziali finali, pt. 1 e 2

15 gennaio 2020

Progetto di socializzazione razziale – Parte prima e seconda

Parte 1: Domande di intervista, Risposte di Siena Vaccara

Dove e quando sei nata.

Sono nata a Laguna Hills, in California, nel 1998.

Di quale razza o gruppo etnico ti consideri parte? Quando e come ti sei resa conto di far parte di questo gruppo razziale / etnico?

Sono un’italoamericana bianca. Mi sono resa conto di far parte del mio gruppo razziale quando mi sono trasferita a Brooklyn, a New York, all’età di 6 anni.

Ti senti accettata dagli altri nel tuo gruppo etnico o razziale? Se no, perché? Se sì, cosa ti rende accettato?

Sono accettata dagli altri nel mio gruppo razziale perché faccio parte della classe media e sono passata all’istruzione superiore. Tuttavia, a volte non vengo accettata dalle comunità protestanti anglosassoni (WASP) perché sono un’americana di prima generazione.

Come le persone del tuo gruppo razziale trattano le persone di altri gruppi razziali?

Le persone nel mio gruppo razziale trattano male gli altri gruppi, perché anche se non sono direttamente razzisti, molti di loro si rifiutano di riconoscere di essere dei privilegiati e la maggior parte dei bianchi non ha elaborato il fatto che in America esiste il razzismo istituzionale.

Quali stereotipi sono associati al tuo gruppo razziale / etnico? Pensi che gli stereotipi siano veri? Quali sono gli stereotipi preoccupanti?

Ci sono molti stereotipi sugli italoamericani. Soprattutto sugli italoamericani di New York. Nello specifico, veniamo in qualche modo associati alla mafia. I media popolari negli Stati Uniti hanno descritto gli italoamericani come persone di cattivo gusto, in cerca di denaro, che hanno affiliazioni con la mafia o fanno parte della mafia. Mio padre tiene un corso di studi sulla mafia e quello che mi stupisce è che i suoi studenti all’inizio sono sempre scettici sul fatto che possa avere legami con i criminali.

Hai avuto esperienze in cui ti sei sentita discriminata a causa della tua razza o etnia?

Non credo di sentirmi discriminata perché in quanto donna bianca ho tanti vantaggi. Anzi, ho sperimentato l’opposto. Mi vengono sempre concesse interviste, non temo mai la polizia, so che i miei insegnanti mi hanno trattato come gli altri e so che le mie azioni non incidono automaticamente sul modo in cui gli altri vedono il mio gruppo razziale. Non mi sento odiata a causa della mia razza.

Cambieresti il ​​colore della tua pelle? Come sarebbe diversa la tua vita se assomigliassi a qualcuno di  razza diversa?

Non cambierei il colore della mia pelle perché vivo negli Stati Uniti d’America. Credo che la mia vita cambierebbe, ma d’altro canto, nemmeno più di tanto, poiché sono cresciuta con individui non bianchi. Dunque non penso che cambierei le persone da cui sono circondata. Tuttavia, credo che le mie opportunità e la mia sicurezza cambierebbero. Non importa dove vivi in ​​America, le persone di colore sono sempre a rischio.

Come ti sentiresti se qualcuno della tua famiglia si sposasse con qualcuno al di fuori del tuo gruppo razziale / etnico?

Mi sentirei bene perché la maggior parte delle persone con cui ho avuto relazioni sono state al di fuori del mio gruppo etnico e razziale. Vorrei che i miei familiari fossero felici.

Pensi che l’America sia una società priva di pregiudizi razziali? Perché sì o perché no?

No, non credo che l’America sia una società senza pregiudizi. Penso che la maggior parte degli americani cerchi di avere una posizione imparziale nei confronti delle relazioni razziali, ma questo è dannoso perché molte delle politiche negli Stati Uniti non sono imparziali, ma sono collegate ad una determinata razza. Infatti è più probabile che gli uomini neri vengano incarcerati rispetto agli uomini bianchi. I nostri settori di governo non rispecchiano la diversità dell’America; le neo mamme afroamericane hanno tassi di mortalità alti tanto quanto le donne nei paesi del terzo mondo e c’è ancora violenza nei confronti delle persone di colore.

Sei a conoscenza delle sparatorie più recenti che hanno coinvolto uomini di colore? Se sì, cosa ne pensi(Ossia Alston Sterling, Philando Castile). (Se il tuo intervistato non è a conoscenza di queste sparatorie, spiega i dettagli dei casi)

Sì, penso che sia una vergogna che la maggioranza degli agenti che hanno commesso questi crimini facciano ancora parte delle forze di polizia. Mi chiedo se ci sia del vero dietro le loro osservazioni, secondo cui hanno sparato a questi uomini perché avevano paura di essere feriti. Penso che possano effettivamente avere paura di questi uomini perché quel tipo di disprezzo per le vite umane può essere dovuto sia all’odio, che alla paura. Queste sparatorie mi fanno davvero chiedere come sopravvivono le madri dei figli neri lasciando che i loro figli andare in giro.

Colin Kaepernick’s National Anthem kneel (Image from Youtube)

Cosa ne pensi della questione su Colin Kaepernick e la NFL? Cosa pensi quando i calciatori si inginocchiano durante l’inno nazionale? Capisci per cosa stanno protestando? Credi che abbiamo il diritto di dire a qualcuno come dovrebbe protestare?

L’inno nazionale non è stato scritto per i neri d’America. Celebra anche la storia dell’oppressione in America e come tutti gli uomini non siano stati trattati allo stesso modo, perché l’America ha disumanizzato i neri durante la sua storia. Credo che abbiano il diritto di inginocchiarsi in segno di riconoscimento per la disuguaglianza che continua ancora in questo paese. Non abbiamo il diritto di dire a qualcuno come dovrebbe protestare; proprio perché americani abbiamo un diritto costituzionale alla libertà di espressione e di parola. Questi uomini stanno esercitando i loro diritti.

Perché pensi che certe razze / etnie non vadano d’accordo?

Certe razze ed etnie non vanno d’accordo solo perché i bambini imparano dall’osservazione. Se un bambino piccolo, che si riconosce con i propri insegnanti, li vede che trattano in modo diverso gli altri gruppi, seguiranno quell’esempio. L’odio viene insegnato. Le azioni o i disaccordi di qualcuno non dovrebbero mai essere attribuiti alla razza perché siamo tutte persone. Sfortunatamente, non è quello che viene insegnato a tutti.

Cosa si può fare per eliminare il razzismo e il pregiudizio, secondo te?

Il sistema educativo americano può cambiare. Ad esempio l’istruzione americana deve smettere di insegnare ai bambini esclusivamente gli autori bianchi e la cultura europea. Il nostro sistema educativo deve anche smettere di diffondere menzogne sulla storia americana e rispettare le persone che hanno sofferto e perso la vita in passato. Le scuole devono essere più inclusive e l’ammissione nel mondo del lavoro non dovrebbe essere condizionata dal background famigliare di un bambino.

Cosa ne pensate dei movimenti “Black Lives Matter”, “All Lives Matter” e “Blue Lives Matter”?

Penso che il movimento Black Lives Matter sia estremamente necessario in questo paese. Odio che le persone non prendano sul serio il significato letterale del titolo. Molte persone devono capire che questo movimento è stato creato a causa della perdita di vite umane. Il movimento “All Lives Matter” è irrispettoso e mi fa star male. Non tutte le razze in questo paese vengono attaccate dall’istituzione che dovrebbe proteggerle, quindi All Lives Matter e Blue Lives Matter dovrebbero tacere. Il movimento Black Lives Matter sta dicendo “anche noi contiamo” e non “voi non contate niente”.

trump-protest new york

La protesta a Downtown Manhattan, il 29 gennaio scorso, contro la politica anti immigrati del presidente Donald Trump (Foto VNY)

Cosa ne pensi dei commenti del presidente Trump sugli immigrati?

Questo paese è stato costruito da immigrati. Come osa insultari! Sono anche gli immigrati a sostenere la nostra economia. Come osa dire il contrario! Sta cercando di incolpare gli immigrati invece che le grandi aziende per le difficoltà economiche che gli americani devono affrontare. Sono figlia di immigrati, ma so che i miei genitori staranno bene perché sono bianchi. Questo è quanto sia incline al razzismo quest’uomo.

Pensi che la tua razza influenzi il tipo di educazione che puoi ricevere? Se sì, perché? In caso contrario, perché?

Sì. Attualmente sto facendo domanda per scuole di specializzazione e attraverso questo processo ho notato che gli esami sono orientati verso gli americani della classe media bianca e i prezzi delle applicazioni si basano sul privilegio. Anche nelle scuole elementari e medie i test standardizzati erano per i bambini bianchi.

Pensi che la tua razza influenzi il tipo di cure mediche che puoi ricevere? Se sì, perché? In caso contrario, perché?

Sì. Non credo che i medici si facciano domande sulle mie abitudini di salute perché sono bianca. So anche che i miei sintomi vengono presi sul serio perché sono bianca, e per la stessa ragione so anche che ho meno possibilità di morire durante il parto.

Pensi che qualcuno dovrebbe essere in grado di identificarsi in base alla razzaSe sì, perché? In caso contrario, perché?

No, non penso che qualcuno possa identificarsi con un gruppo razziale separato perché i bianchi non possono annullare il privilegio che hanno ricevuto durante la loro vita e le persone di colore non possono annullare il pregiudizio che hanno sperimentato.

Pensi che i bambini dovrebbero essere istruiti sulle disuguaglianze razziali nella nostra società? Se sì, perché? In caso contrario, perché?

Sì. I bambini devono capire che dobbiamo ancora compiere ulteriori progressi. I bambini hanno bisogno di sapere come essere alleati, come essere al sicuro e come trasformarsi in cittadini che si sforzeranno di cambiare le nostre istituzioni.

Ci sono altre cose che vorresti sottolineare che non ho chiesto che ritieni possano essere un vantaggio nella comprensione di questi problemi?

Vorrei sottolineare che molti americani adorano la cultura nera, ma non i neri e questo deve cambiare. I bianchi non esitano ad ammirare i talenti dei neri nell’industria della moda e della musica, tuttavia, non riflettono lo stesso amore nella nostra società.

 

Parte 2:

Intervista ad una persona che appartiene a un diverso gruppo razziale

La mia intervistata a Donyae McCray, uno studente americano di 20 anni, per metà messicano. Non si identifica come afro-latino, ma come afroamericano con origini messicane. Viene dal lato sud di Yonkers, NY. Di seguito una trascrizione parziale dell’intervista tenuta il 5 gennaio 2020, della durata di un’ora e quindici minuti. Di seguito la registrazione in due parti:

Donyae McCray

Descrivi dove e quando sei nato.

Sono nato a Yonkers, New York; nel lato sud di Yonkers, che confina con il Bronx; dunque non è stato il miglior posto in cui crescere. Non è un bel quartiere, ma ho acquisito molte conoscenze. Sono nato nel gennaio 1999.

C’era una divisione netta tra il lato sud di Yonkers e il resto di Yonkers? 

Sì, ci sono molti posti conosciuti, che hanno un alto tasso di criminalità e una volta che sei fuori dal lato sud, le cose non vanno poi così male. Invece quando ti avvicini a Westchester le cose cambiano: c’è una netta divisione. C’è del crimine che ha origine dagli scontri tra gli adolescenti del nord e quelli del sud. A quella giovane età c’è già violenza tra le persone semplicemente per dove si vive.

Di quale razza o gruppo etnico ti consideri parte? Quando e come ti sei reso conto di far parte di questo gruppo razziale / etnico?

Mi presento come un afroamericano, ma in realtà sono anche messicano. Mi ci è voluto molto tempo per capire il mio gruppo etnico. Non me ne sono reso conto del tutto fino alla terza media. Il motivo era perché sono cresciuto tardi durante l’adolescenza. Quando sono diventando alto 1,80m ho visto le persone che stringevano a sé le borse. Una volta ero a White Plains e ho notato che alcune donne ricche di Westchester mi guardavano con paura. Sembrava avessero paura di me. Non mi vedevano come un ragazzo, ma come una minaccia.

Quindi ti considereresti un afroamericano latino? 

Direi solo afroamericano perché questa è la mia esperienza ed è così che sono visto esteriormente.

Ti senti accettato dagli altri nel tuo gruppo etnico o razziale identificato? Se no, perché? Se sì, cosa ti rende accettato?

Sono accettato perché quando le persone mi conoscono, vedono dove sono cresciuto. Agisco diversamente a scuola, e posso agire in modo professionale in qualsiasi ambiente, ma sono accettato quando le persone mi conoscono al di fuori di quei contesti stranieri. Sono in grado di riconoscere le cose all’interno della comunità nera.

Come le persone del tuo gruppo razziale trattano le persone di altri gruppi razziali?

Ecco come stanno le cose: molti pensano che non trattiamo tutti allo stesso modo, ma si sbagliano. Quando si tratta di bianchi, gli afroamericani li rispettano e ovviamente li amano. Tuttavia, questo è solo per le persone che riconoscono il loro privilegio. Ho avuto brutte esperienze in passato con persone che non lo riconoscevano affatto. Il privilegio dei bianchi era reale. Trattiamo ogni razza allo stesso modo, a meno che non riconoscano il loro privilegio.

Quali stereotipi sono associati al tuo gruppo razziale / etnico? Pensi che gli stereotipi siano veri? Quali sono quelli preoccupanti?

Ehm, ce ne sono molti, davvero molti.

Per quanto riguarda il cibo, non a tutti i neri piacciono il pollo fritto, l’anguria e Kool-aid. È uno scherzo di lunga data, ma questo è preoccupante perché la gente crede davvero a queste stupidate. Certo, sono una persona di colore a cui piacciono tutti e tre, ma alle persone di tutti i gruppi etnici piacciono questi cibi. Ci sono vegani neri, ma la gente non pensa che i neri possano essere vegani!

In termini di azioni, ci sono stereotipi sulla criminalità, l’iper-mascolinità e altri stereotipi spaventosi. La gente dimentica che gli afroamericani non sono persone completamente separate. Le persone pensano che siamo fuori dal mondo e che non siamo esseri umani. Non siamo molto diversi nei nostri atteggiamenti. Le persone nei campus cercano di aprirsi agli altri organizzando eventi per combattere gli stereotipi. Il problema è che i bianchi non si presentano perché hanno la sensazione di non essere i benvenuti. Questo è un evento per i bianchi! Questo è un altro stereotipo! Credono che se una persona di colore sta facendo un evento, i bianchi non siano ben accolti, ma questo non è vero.

Hai avuto esperienze in cui ti sei sentito discriminato a causa della tua razza o etnia?

Una volta ero in un negozio e un ragazzo non era certo di basso profilo nel seguirmi. Quel tipo mi ha seguito per tutto il tempo. Come afroamericano lo capisci.

Cambieresti il ​​colore della tua pelle? Come sarebbe diversa la tua vita se assomigliassi a qualcuno di  razza diversa?

No, non vorrei. Se avessi un ripensamento non cambierei mai e poi mai la mia pelle. Non sono una persona perfetta e molte persone hanno le loro insicurezze, ma non ho mai pensato di cambiare il mio colore. I neri hanno talento. I neri sono belli. La nostra storia ci rende belli, ondulanti; dominiamo l’industria musicale e lo sport non sarebbe lo stesso. Sono davvero orgoglioso.

Come ti sentiresti se qualcuno della tua famiglia si sposasse con qualcuno al di fuori del tuo gruppo razziale / etnico?

Questa è una domanda che fa paura, ma una buona domanda. La mia famiglia crede che se ami qualcuno non importa! Se ci tieni davvero puoi stare con quella persona. Ma ecco il problema di alcune famiglie afroamericane: se hai intenzione di portare a casa una persona bianca, loro devono riconoscere il loro privilegio. Non potrei stare con una persona imparziale, ho bisogno di stare con qualcuno che ascolta. Hai molto di più di cui conversare quando esci con qualcuno che non è della tua razza.

Pensi che l’America sia una società priva di pregiudizi razziali? Perché sì o perché no?

Sono attualmente nelle prime fasi di scrittura di una sceneggiatura e in questa sceneggiatura ho scritto: “Se non vedi la mia razza, non vedi neanche me”. È nel bel mezzo di una discussione. Se non vedi la mia razza non vedi la mia cultura e la mia intera esperienza, così come non vedi quello che affronto. Bisogna sapere da dove veniamo tutti in questa società.

La protesta anti razzismo a New York nel giugno 2020 (Foto Federica Carlet)

Sei a conoscenza delle sparatorie più recenti che hanno coinvolto uomini di colore? Se sì, cosa ne pensi? (Ossia Alston Sterling, Philando Castile). (Se il tuo intervistato non è a conoscenza di queste sparatorie, spiega i dettagli dei casi)

I poliziotti si mettono in gioco, ma ogni gruppo ha i suoi estremisti. Ci sono persone affamate di potere e questo, combinato con chi pensa che tutti i neri siano aggressivi, rende le forze di polizia un gruppo molto pericoloso. I poliziotti hanno il potere di decidere chi vive e chi muore. Se ti avvicini a qualcuno e pensi che abbia una pistola e spari, sarà colpa tua, avevi una scelta. Penso che quegli ufficiali pensassero davvero che quei ragazzi fossero armati a causa degli stereotipi sull’aggressione.

Cosa ne pensi della questione su Colin Kaepernick e la NFL? Cosa pensi quando i calciatori si inginocchiano durante l’inno nazionale? Capisci per cosa stanno protestando? Credi che abbiamo il diritto di dire a qualcuno come dovrebbe protestare?

Penso che inginocchiarsi sia rispettoso. Quando Colin Kaepernick si è inginocchiato, ha significato molto. L’inno nazionale è una bugia e la maggior parte delle persone negli Stati Uniti non ci crede. Ho smesso di cantare l’inno nazionale quando mio fratello si è fermato al suo diploma di istruzione superiore. Si sta inginocchiando per tutta l’America. Dobbiamo smetterla di insegnare ai bambini quello che insegniamo loro sull’inno nazionale.

Protestare è passione. È un lavoro, non un hobby. Non abbiamo il diritto di dire alle persone cosa dovrebbero fare per passione. Non puoi insegnare a qualcuno come protestare e non puoi dirgli per cosa protestare. Non sto parlando di cartelloni e di strategie, sto parlando di significato.

Perché pensi che certe razze / etnie non vadano d’accordo?

Non tutti gli stati sono diversi. Le persone si fanno notare in altre parti del paese. Le persone hanno paura di ciò a cui non sono abituate.

Cosa si può fare per eliminare il razzismo e il pregiudizio, secondo te?

Formazione scolastica: dobbiamo iniziare nelle scuole, dobbiamo smetterla di idealizzare gli assassini nelle lezioni di storia.

Giugno 2020: la protesta per “Black Live Matter” a New York (Foto di Federica Carlet)

Cosa ne pensate dei movimenti “Black Lives Matter”, “All Lives Matter” e “Blue Lives Matter”?

Ecco il problema di Black Lives Matter. Penso che le persone abbiano un’idea sbagliata di cosa sia effettivamente il movimento. Chiariamo le cose. Quando abbiamo creato questo movimento non stavamo dicendo che le altre razze non esistono. Non stavamo dicendo che non ci interessano i bianchi, gli asiatici, i latini. Non stavamo dicendo che odiamo gli altri. Come nella canzone di Macklemore “White Privilege”, se hai chiamato i vigili del fuoco per un isolato che ha sei case, ma solo una di loro è in fiamme, i vigili del fuoco si occuperanno solo di quella casa, e non a tutte le altre che invece sono intatte. Questo non vuol dire che non ci siano estremisti perché BLM dovrebbe essere non violento, ma ci sono ancora persone che causano problemi.

Cosa ne pensi dei commenti del presidente Trump sugli immigrati?

Storia divertente, puoi metterla nel tuo saggio, quando ho sentito per la prima volta i suoi commenti su Twitter ho pensato fosse un account spam, che non fosse reale, ma un robot. E’ stato assurdo quando ho saputo che erano le sue parole. Incredibile! Non pensavo che una persona potesse dire parole così crudeli. Questi caucasici provengono da spazi prevalentemente bianchi e non sanno come essere diversi. Le persone del suo staff devono capire che stanno parlando al mondo intero come il presidente. Lui sta toccando tasti pericolosi. Non mi interessa che abbiano aiutato prontamente la Svezia, non mi interessa! Non avrei mai immaginato che qualcuno così potente avrebbe scritto in quel modo su Twitter.

Prima hai detto che sei in parte messicano. Che impatto ha questo su di te? 

Mi ha influenzato. Sono sempre stato al centro delle battute sui messicani. Mi sento ferito da bambino e da adulto, e ora Trump è diventato presidente. Il bullismo non si è fermato. Mio padre e suo padre sono cresciuti in ambienti intensi e difficili, quindi non sopporto quando le persone li insultano perché hanno lavorato sodo in questo paese. Mi sento ferito perché sono in parte sia americano, che messicano: sono un afroamericano con origini messicane. Trump ha avuto un impatto non solo sulle persone a cui si riferiva, ma anche su tutte le altre persone.

Pensi che la tua razza influenzi il tipo di educazione che puoi ricevere? Se sì, perché? Se no, perché?

Di sicuro. Soprattutto al college. Nella scuola elementare, nella prima educazione, gli insegnanti fanno ipotesi sui bambini neri. Se hanno un piccolo livido, pensano automaticamente di essere stati maltrattati dalle loro madri. Se faccio un errore è perché sono afroamericano per gli insegnanti. Pensano che i bambini neri siano di disturbo. I genitori neri insegnano ai loro figli a muoversi, imparano dall’azione, almeno è così che sono cresciuto. Negli ambienti dell’istruzione superiore, riceviamo piccole aggressioni. Bisogna anche girare in punta di piedi intorno ai professori.

Come persona bianca, credo che non riesco sempre a cogliere le piccole aggressioni e questo mi spaventa perché voglio sapere quando una figura autoritaria è inappropriata. Cosa pensi che le persone debbano fare per aiutare quando non riescono a identificare queste figure. 

Credetegli. Credete alle persone che dicono di sperimentarle.

Immagine di un manifestante per “Black Lives Matter” nei giorni scorsi a New York (Foto di Federica Carlet)

Pensi che la tua razza influenzi il tipo di cure mediche che puoi ricevere? Se sì, perché? Se no, perché?

Sì, in termini di assicurazione e anche in alcune occasioni con i medici. Una volta una dottoressa ha pensato automaticamente che avessi il diabete. Ha fatto un’ipotesi. La dottoressa era nera, ma credo di sapere perché ha fatto quella supposizione. Molti dei nostri quartieri non hanno buon cibo. C’è il McDonald accanto alla metropolitana accanto al Popeye’s. Non ci sono molte opzioni nella mia comunità e questo può sembrare strano, ma è perché la nostra società sta cercando di uccidere i neri.

Pensi che qualcuno dovrebbe essere in grado di identificarsi in base alla razza? Se sì, perché? Se no, perché?

Non ti svegli e decidi che oggi sei bianco. Non è possibile. Sessualità e genere sono molto diversi. Ci sono persone transessuali che fanno operazioni chirurgiche e vivono la loro verità. Quelle cose si possono cambiare. Le persone devono essere in grado di trasformarsi in ciò che vogliono essere, ma quando si tratta di gareggiare non puoi semplicemente svegliarti e dire che sei nero, perché non sai cosa si prova ad essere nero. Puoi sperimentare un genere o una sessualità diversa, ma non puoi davvero sperimentare una razza diversa.

Pensi che i bambini dovrebbero essere istruiti sulle disuguaglianze razziali nella nostra società? Se sì, perché? Se no, perché?

Sì. Ai bambini non viene insegnata la diversità e questo è davvero pericoloso per i bambini di altre razze.

Ci sono altre cose che vorresti sottolineare che non ho chiesto che ritieni possano essere un vantaggio nella comprensione di questi problemi?

Gentrificazione. E’ incredibile. Come ho detto, le catene alimentari poco sane vengono messe di proposito nei posti, in modo che le persone muoiano. Non appena salta fuori un Whole Foods nel tuo quartiere sai già che il tuo quartiere è gentrificato. Succede solo quando i bianchi si trasferiscono. Non puoi farci niente. Non puoi controllarlo.

Traduzione di Alessandra Loiero

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter